Una catechista ai cresimandi: “l’omosessualità è una malattia”

di

Il caso è stato portato alla luce da una madre di uno dei ragazzi che seguiva un corso di preparazione alla Cresima. Ma quanta omofobia verrà inculcata senza...

4636 0

“L’omosessualità è una malattia”, insegna la catechista ai ragazzi che frequentano il corso preparatorio alla cresima. Succede nella parrocchia di Segrate e il caso viene portato alla luce del sole da una mamma dopo il racconto del figlio al termine di uno degli incontri con la maestra. Quando la donna ha pubblicato il post sul suo profilo Facebook per dire quel che le aveva riferito il bambino, i suoi amici si sono spaccati.

Chi difendeva limpostazione della lezione e chi ribadiva di aver fatto bene a non far frequentare le ore di religione al figlio. Chi relegava le parole alla sfera personale e chi metteva in guardia dal pericolo che simili discorsi minassero la democrazia fin dalle agenzie territoriali a cui i genitori affidano i ragazzi in buona fede, come la parrocchia. Proprio dalla parrocchia di Segrate il parrocco cerca di minimizzare ma ormai il caso è pubblico. La domanda è: quanti casi, quante parole, quanta omofobia verrà inculcata ai ragazzi senza che nessuno sappia mai nulla?

Leggi   Trono gay, minacce anonime a Maria De Filippi: "Ora tremo"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...