UNA FESTA DIVERSA

di

In Cile si baciano in 9000? "Noi faremo di meglio" assicurano gli organizzatori di Kiss2PaCS, l'evento gay - e non solo - del 14 febbraio. E annunciano ospiti...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


PISA – Roma sfida Santiago del Cile a suon di baci. L’Italia si prepara a superare il record raggiunto domenica scorsa nella capitale cilena, dove più di 4.400 coppie si sono baciate in contemporanea. E lo fa nel segno di una rivendicazione gioiosa ma ferma, di diritti concreti per tutte le coppie, non solo per “marito e moglie”. Lo farà il 14 febbraio quando Piazza Farnese si riempirà per il Kiss2Pacs, l’evento di chiusura della campagna a favore della legge sui Patti Civili di Solidarietà. Un evento a cui tutti noi siamo chiamati a partecipare (clicca qui).
Ma torniamo a Santiago del Cile, dove circa 9.000 cileni, uomini e donne, la maggior parte dei quali di circa 20 anni, si sono riversati per le vie principali della città, per unire le loro labbra per almeno 10 secondi nel tentativo di realizzare il record mondiale di persone che si baciano contemporaneamente. Non è dato sapere se questo record è registrato dal Guinness dei Primati, che invece certificherà e iscriverà il record romano.
Sono state contate circa 8.890 persone che si sono baciate per realizzare la sfida da record proposta da due dei più noti fotografi cileni, ha detto un responsabile dell’evento. Con oltre 4.400 coppie che si baciavano, i cileni hanno spazzato via senza troppa fatica l’attuale record mondiale raggiunto nel febbraio del 2000 a Sarnia, nello stato canadese dell’Ontario quando 1.588 coppie avevano incollato le loro labbra.
Il Cile, una delle nazioni più conservatrici dell’America del Sud, ha cominciato a mostrare maggiore disposizione all’esibizionismo lo scorso anno quando oltre 3.000 persone si erano riversate nelle strade per farsi fotografare nude in una fredda mattinata invernale.

Niente a che vedere con l’esibizionismo, per quanto riguarda gli italiani. L’appuntamento del 14 febbraio nel cuore della capitale, a Piazza Farnese ha motivazioni, soprattutto politiche: la manifestazione Kiss2Pacs promuoverà infatti il Patto Civile di Solidarietà, istituto giuridico che tutela le coppie di fatto. Il programma della manifestazione è in via di definizione: sappiamo che ci sarà La Pina di Radio DJ, Fabio Canino di RadioDue, e altri asrtisti a sorpresa, e che nello stesso giorno saranno consegnate ai presidenti di Camera e Senato le migliaia di firme raccolte in tutta Italia da tantissimi circoli nel corso di un anno, a sostegno della proposta di legge “Grillini-Violante” sul PaCS. E soprattutto ci sarete tutti voi: sicuramente tutti quelli che hanno già segnalato la loro presenza sulle pagine di Gay.it (clicca qui per vedere l’elenco completo).
Inoltre, il 13 febbraio alle ore 16.30, si svolgerà presso la Sala del Refettorio della Biblioteca della Camera dei Deputati, un seminario dal titolo “Patto civile di solidarietà – Una prospettiva europea per le convivenze italiane”, con i saluti di Alberto Baliello, Presidente di GAYUS, e le relazioni di Stefano Rodotà, Ordinario di Diritto civile nell’Università di Roma “La Sapienza” e Direttore del Master Diritti della persona, di Gilda Ferrando, Ordinario di Istituzioni di diritto privato nell’Università di Genova, di Franco Grillini e Marzio Barbagli, Ordinario di Sociologia nell’Università di Bologna. Partecipano anche Raffaele Torino, dell’Università di Roma3, Sergio Lo Giudice, Presidente Arcigay, Giulio Ercolessi di Fondazione Critica Liberale e Francesco Bilotta dell’Università di Trieste.
Visita lo speciale Kiss2PaCS

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...