UOMINI AL MURO

di

Calendari 2002, protagonisti i maschi. Ecco Gabriel Garko, i belli del Grande Fratello, i Centocelle Nightmare, gli Angeli del fotografo Angelo Lanza, e poi gli studenti calabresi, i...

4602 0

Clicca qui per le immagini più belle dei calendari 2002

Tremate, la stagione dei calendari è cominciata! La inaugura come ormai da tradizione la rivista Max, che già da qualche anno induce in impossibili tentazioni migliaia di gay, incapaci di resistere al fascino di divi dalla provocante sensualità. Nel 2000 fu Raul Bova a troneggiare come mamma lo ha fatto dalle pagine di uno dei più bei calendari che la storia della bellezza maschile ricordi: nel 2001 Alessandro Gassman ha fatto salire le vendite della rivista vertiginosamente, grazie a delle immagini azzeccatissime e sensuali.

Nel 2002 Max ci propone di farci accompagnare da uno degli attori più belli del nostro cinema e della nostra televisione, quel Gabriel Garko che è entrato nell’immaginario di tutti i gay anche grazie alla sua splendida interpretazione dell’omosessuale ammalato di Aids in Le Fate Ignoranti.

Dunque, è con lui che Max ci propone di trascorrere il 2002: ed è una proposta alla quale non si può resistere. Il calendario di nudo maschile di Max, è l’analogo del calendario Pirelli per il nudo femminile: immagini curate, modelli mozzafiato, inquadrature sensuali, tutti ingredienti che ne fanno un vero e proprio "cult" per gli amanti del genere. E anche quest’anno le foto di Gabriel Garko, sono davvero imperdibili. Gabriel è bello e sensuale, e le immagini ce lo restituiscono, grazie alla magia del bianco e nero, più inarrivabile che mai. Un dolce tormento!

Max, tuttavia, ha solo aperto le danze, e anche se molte riviste devono ancora seguirne l’esempio, l’edicola comincia già a diventare un luogo davanti al quale è bene passare camminando "mooolto" lentamente, per riuscire almeno a sbirciare le copertine degli ultimi arrivi.

Così, ad esempio, lo sguardo potrebbe cadervi sui corpi statuari dei ballerini dei Centocelle Nightmare, anche loro raffigurati senza veli (vabbè, ma loro ci sono abituati…!) in un calendario che comincia già a diventare introvabile. Ce ne hanno parlato loro stessi nel corso di una recente intervista (clicca qui): è stato stampato in sole 50.000 copie, che in tutta Italia sono rimaste ben poco tempo in giacenza nelle edicole. Qualche immagine ve la proponiamo qui accanto, per il resto, o siete abbastanza fortunati da trovare una copia del calendario in edicola, o ve la fate regalare da loro durante uno dei loro spettacoli in giro per l’Italia. Chiederanno anche a voi di spogliarvi, ma ne vale la pena. O no?

Continuando con la rassegna delle bellezze maschili mese per mese, ci imbattiamo in un altro "classico" del nudo: il calendario degli "Angeli".

E’ anch’esso ormai una piccola tradizione, che di anno in anno si rinnova. Nel 2001 ricorderete forse una serie di uomini bellissimi e atipici (qualcuno anche un po’ avanti con l’età, ma assolutamente mozzafiato) con grandi ali di piume sulla schiena, e circondato da amabili puttini. Quest’anno, il fotografo Angelo Lanza ha dato ai suoi "Angeli" un look decisamente più duro: le nostre anime guida del 2002 sono esseri metropolitani, sembrano ricomparire da un futuro post-atomico, con abiti ridottissimi e simili a bende, trucco pesante e sguardo torvo. Se sono loro i nostri Angeli, più che protezione sembrano offrire ben altro. Non che la cosa ci dispiaccia, s’intende…

E poteva forse mancare un calendario con le bellezze maschili del Grande Fratello?

Da Mathias a Filippo Nardi, da Alessandro al bel Flavio, ecco le pagine che ci riporteranno in mente il prossimo anno i protagonisti del tormentone televisivo dell’autunno, tutti ritratti in scatti rubati alla vita della casa, ma che riescono a ricostruire la sensualità della intimità domestica. Forse qualche pagina è riuscita un po’ meglio di altre, ma ognuno ha i suoi gusti, e siamo certi che il "modello" che non è piaciuto a noi susciterà l’ammirazione di qualcun altro. E a ciascuno il suo…

In attesa delle prossime uscite in edicola (non sarebbe male una riedizione dell’indimenticabile calendario di Donna Moderna del 2001 con i calciatori nudi…) le proposte per i calendari gay sono comunque tante. Potrete dilettarvi con la miriade di calendari di nudo maschile realizzati da persone comuni: si va dai canottieri di Bardolino, agli studenti di ingegneria della Calabria, per finire con i camerieri pisani. Ormai anche questa è una moda dilagante, e per divertirci, vi proponiamo di segnalarci (scrivendo a redazione@gay.it) i calendari più gustosi realizzati da dilettanti della vostra zona, o magari quello che voi stessi siete riusciti a realizzare con i vostri amici. Cercheremo di farne una rassegna allegra e curiosa, e magari un simpatico concorso…

Su www.gayshopping.it, alcuni maschi, vere opere d’arte della natura, ammiccano dalle pagine di calendari da urlo. Nella categoria "calendari", infatti, troviamo quattro opere mozzafiato, una per ogni gusto: c’è la rassegna di bellezze patinate, "da copertina" degli attori porno della Bel Ami, c’è la forza prorompente e virilissima dei modelli di Body Heat, o quella tenera e malinconica di Johann Pauling, massimo interprete mondiale di video hard. Oppure la bellezza innocente della gioventù del calendario Youth 2002. Non resta che l’imbarazzo della scelta.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...