Usa: artisti gay israeliani invitano arabi a letto

di

Una coppia di artisti gay israeliani hanno invitato gli uomini arabi ad 'unirsi' a loro nella performance artistica intitolata "A letto con il nemico".

2312 0

NEW YORK – Una coppia di artisti gay israeliani hanno invitato gli uomini arabi ad ‘unirsi’ a loro nella performance artistica intitolata “A letto con il nemico”, allestita in una piccola galleria di Brooklyn a New York. La performance, sotto lo slogan ‘Fate l’amore, non fate la guerra’, ha l’obiettivo di promuovere la pace in Medio Oriente.
Gil e Moti hanno installato un enorme letto nella ‘The Jack The Pellican Gallery’ invitando gli arabi ad occuparlo con loro. Uno spettacolo molto più casto di quanto si possa immaginare – ha precisato il direttore artistico della galleria – incentrato su una rivisitazione moderna dell’amor cortese, un concetto proveniente proprio dal mondo arabo e arrivato in Occidente con le Crociate.
“Nel Medioevo e poi durante il Rinascimento, i gentiluomini coltivavano l’arte delle lettere, i cavalieri scrivevano poemi alle loro amate. Gil e Moti – in un epoca definita dall’esperto come visiva – dipingono splendidi acquarelli”, esposti insieme a foto e quadri a olio. “Ci sentivamo frustrati per la situazione politica mediorientale – ha dichiarato Gil – come israeliani, siamo cresciuti con gli arabi ma siamo incoraggiati dal nostro sistema scolastico ad odiarli e maltrattarli, perciò abbiamo pensato che dovevamo fare qualcosa al riguardo”. “Noi cerchiamo veramente di aprire un dialogo e un dibattito riguardo a temi più importanti del sesso” hanno sottolineato i due artisti.

Leggi   Taiwan sfida l'Asia: in mostra l'arte LGBT dal 9 settembre
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...