USA: cinque referendum omofobi

di

In cinque città americane si svolgeranno a breve alcuni referendum voluti dalla destra conservatrice per porre un freno al riconoscimento dei diritti gay.

Martedì gli elettori di cinque città americane saranno chiamati a esprimersi sui diritti delle persone omosessuali, in occasione di una serie di referendum proposti da alcune organizzazione conservatrici con lo scopo di dare una battuta d’arresto al riconoscimento della realtà gay e lesbica.

Tre referendum si svolgeranno in Michigan: nelle città di Traverse City e Kalamazoo ci si esprimerà sulla proposta di proibire le politiche che garantiscono uno "status protetto" basato sull’orientamento sessuale, mentre a Huntigton Woods la questione sarà se mantenere o no una ordinanza anti-discriminatoria appprovata dal consiglio cittadino.

A Miami Beach, in Florida, il referendum determinerà se i partner non coniugi dei dipendenti comunali possano o meno avere benefici assistenziali. Anche a Houston si voterà su un argomento analogo.

L’anno prossimo, secondo alcuni commentatori, potrebbero esservi referendum su questioni analoghe in almeno una dozzina di città: in Maryland, gli oppositori della nuova legge anti-discriminazione, stanno cercando di sollecitare un referendum a livello nazionale.

Leggi   Tomba dell'attivista gay, Forza Italia arriva a chiedere la rimozione
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...