USA: conservatrici contro i gay nelle scuole

di

I programmi per insegnare la tolleranza nelle scuole pubbliche americane sono in realtà strumenti per promuovere ed incoraggiare l'omosessualità. Lo afferma l'attivista conservatrice Karen Holgate.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


WASHINGTON – I programmi per insegnare la tolleranza nelle scuole pubbliche americane sono in realtà strumentalizzati per promuovere ed incoraggiare l’omosessualità. È quanto l’attivista conservatrice Karen Holgate ha riferito al Congresso Usa nell’ambito di un seminario promosso dall’associazione cristiana Cwa, "Donne preoccupate d’America", a quanto riferisce il "Washington Times".

"Gli attivisti omosessuali hanno dirottato le nostre scuole… se non ci ribelliamo, perderemo questa battaglia", ha detto la Holgate, secondo la quale i legislatori californiani hanno consentito che gli istituti statali si trasformassero in luoghi dove promuovere l’accettazione dell’omosessualità come un fatto "normale, positivo e sano". L’omosessualità è istituzionalizzata fin dalle scuole elementari, accusa la Holgate, portando ad esempio le recite di fine anno dove non manca mai il gay.

"Gli attivisti omosessuali stanno promuovendo l’idea di ‘scuola sicura’ e una serie di campagne ‘contro il bullismo‘ per trasferire negli istituti scolastici il loro messaggio", ha detto Robert Knight, direttore dell’istituto culturale e della famiglia del "Cwa". I programmi di educazione sessuale "sono stati continuamente ridisegnati per informare i bambini… progressivamente siamo arrivati all’ultimo stadio della campagna, in cui sarà apertamente promossa l’accettazione dell’omosessualità anche tra i più piccoli".

Knight ha indicato tra i gruppi omosessuali più impegnati nelle scuole il "Glsen" (Gay Lesbian and Straight Education Network, cioè rete di educazione diretta per gay e lesbiche). Il "Glsen" "intende promuovere l’omosessualità nelle scuole attraverso qualunque metodo funzionante", ha spiegato Knight facendo notare che la "National Education Association" ha adottato molte indicazioni sostenute da questa associazione.

Sul suo sito web, il "Glsen" dichiara che "l’omofobia ed il sessismo minano la salubrità del clima scolastico" e indica il proprio obiettivo: "educare insegnanti, studenti ed il pubblico sugli effetti dannosi che queste forze potrebbero avere sui giovani e gli adulti". Recentemente il "Glsen" ha lanciato una campagna contro l’"eterosessualità istituzionalizzata" nelle scuole d’America. In uno dei suoi manuali per gli insegnanti scrive: "Gli studenti delle scuole medie dovrebbero avere la libertà di esplorare il nostro orientamento e scoprire l’unicità dell’essere lesbici, bisessuali, gay, omosessuali o una combinazione". A Boston, nel corso di una conferenza sull’età pre-scolare, il Glsen ha discusso delle "strategie da adottare per lanciare all’asilo giochi non basati sulla tradizionale distinzione di sesso".

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...