USA: matrimoni gay, incriminato sindaco

di

Il sindaco di una cittadina dello Stato di New York è stato incriminato per avere sposato coppie omosessuali.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


NEW YORK – Il sindaco di una cittadina dello Stato di New York è stato incriminato per avere sposato coppie omosessuali. I capi di imputazione nei confronti di Jason West, primo cittadino di New Paltz, sono 19 e l’accusa principale è di avere celebrato unioni in realtà non ratificate da licenze, in violazione della legge.
Il procuratore della contea di Ulster, Donald Williams, ha spiegato che West rischia una multa fino a 2.500 dollari e un anno di prigione, ma che nella sua arringa non chiederà il carcere. “Non dico che i matrimoni tra persone dello stesso sesso dovrebbero essere messi fuorilegge”, ha spiegato, “sto solo cercando di stabilire se West abbia fatto da cerimoniere a matrimoni senza licenza”.
Venerdì scorso West, primo sindaco Verde dello Stato, ha sposato una ventina di coppie gay. In aula, davanti al giudice, intende dichiararsi innocente e conta sabato di ripetere il rito civile per altre coppie.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...