USA: Un monumento nazionale per i soldati gay

di

I gay e le lesbiche che hanno servito nelle forze armate spingono per avere un monumento ufficiale loro dedicato nella Capitale.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


WASHINGTON – I gay e le lesbiche che hanno servito nelle forze armate spingono per avere un monumento ufficiale loro dedicato nella Capitale. A causa della politica del “Don’t ask, don’t tell” e ai tentat6ivi continui di buttare fuori i gay dall’esercito, non si conosce il numero di soldati GBLT attualmente arruolati. Secondo uno studio recente, circa un milione di veterani sono gay.
Il monumeto più vicino a tutti i soldati omosessuali è la tomba di Leonard Matlovich nel Cimitero del Congresso. Il sepolcro è segnato con due triangoli rosa e le parole: “Quando ero nelle forze armate mi hanno dato una medaglia per aver ucciso due uomini e un foglio di congedo per averne amato uno”. Matlovich si arruolò nell’aviazione nel 1963, svolgendo servizio volontario in Vietnam. Durante i suoi tre turni laggiù, Matlovich ha avuto premi come “Aviatore del mese” e Stella di Bronzo nel 1965, Purple Heart nel 1970, Medaglia di Lode dell’Aviazione del 1974. E’ morto di Aids nel 1988 a 45 anni.
Ora, la American Veterans for Equal Rights (AVER) pensa che il tempo sia giunto per un monumento nazionale ai soldati gay che sono morti per la loro nazione.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...