Vaticano, gay e politica: dibattito a Roma

di

Martedì 13, in difesa della laicità dello Stato

919 0

ROMA. Sarà un convegno a tinte forti, a chiusura di un anno, quello del Giubileo, che ha riportato sotto i riflettori una questione mai tramontata e ora tornata di stretta attualità: l’ingerenza del Vaticano nella politica italiana. Eclatante esempio di questa ‘piaga’ non facile da debellare, il gay pride e le polemiche legate alla lobby antiomosessuale: l’Unione Atei e Agnostici razionalisti con il gruppo Ora (Omosessuali Romani in Azione) organizza il convegno "Il Concordato e l’ingerenza Vaticana nella politica Italiana: l’esempio della lobby antiomosessuale.", martedì 13 febbraio alle 17 presso l’Associazione Culturale "Rialto", Via S. Ambrogio 4 (Portico d’Ottavia), Roma. Al centro dell’incontro sarà il tema della difesa della laicità dello Stato (e della separazione dei poteri con la Chiesa) che gli esponenti dell’associazionismo omosessuale dibatteranno proprio nel periodo in cui ricorrono gli anniversari della firma dei trattati concordatari del 1929 (11febbraio) e del 1984 (18 febbraio). Molte sono le adesioni che stanno giungendo agli organizzatori e il dibattito si preannuncia affollato (é previsto l’arrivo di una delegazione anche dalla Sicilia).

L’Archivio Massimo Consoli ha fatto sapere che, per l’occasione, stamperà alcune copie dei "sacri trattati": firmati il primo da Mussolini e il secondo da Craxi. Si ricorda che proprio il Concordato, e la "sacralità" di Roma, furono chiamati in causa dai detrattori del World Pride per chiedere l’annullamento della marcia Si segnala che anche gruppi di gay credenti hanno preannunciato la loro presenza all’iniziativa di martedì prossimo. Maggiori informazioni sull’evento si trovano sul sito www.italialaica.it o potranno essere richieste direttamente agli organizzatori: 0339/61.81.131 (ORA) e 0338/13.85.625 (UAAR)

Ecco il programma:

Giorgio Villella (segretario nazionale dell’UAAR): "L’Italia è di fatto uno Stato Confessionale?"

Imma Battaglia (presidente del Circolo di cultura omosessuale "Mario Mieli"): "World Pride: il resoconto di un braccio di ferro"

Titti De Simone (presidente nazionale di Arci Lesbica): "Ma per loro Dio non è mai donna: il Vaticano e i diritti delle donne"

Antonio Trinchieri (portavoce di ORA): "Roma e non solo: scenari interni e internazionali"

Sergio Lo Giudice (presidente nazionale di Arci Gay): "Politica: che fare? Prospettive di politica laica per gli omosessuali italiani"

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...