Veronesi: "Farmaci contro la pedofilia"

di

Il ministro della sanità ha lanciato l'idea di trattare i pedofili recidivi con una terapia farmacologica.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Il Ministro della Sanità Umberto Verosesi a affermato di non escludere che "i pedofili recidivi possano essere trattati farmacologicamente". La dichiarazione, rilasciata dal ministro giusto alla fine della sua attività di governo, è il risultato di una indagine svolta dallo stesso Veronesi per verificare l’efficacia del provvedimento in quei paesi in cui è già in uso.

La proposta incontra la opposizione di alcuni altri esponenti del governo uscente, come il guardasigilli Fassino, mentre da destra si levano voci a favore della "tolleranza zero", come quella del leghista Chiappori che invoca l’evirazione per i pedofili maniaci.

Intanto, il presunto ideologo del gruppo, che continua a respingere le accuse, si è avvalso del diritto di non rispondere. Anche altri indagati, gay dichiarati, respingono le accuse. «Tra essere omosessuali e violentare i ragazzini c’è un mare di differenza» ricorda, come se ce ne fosse bisogno, l’avvocato Mariano Buratti.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...