Un vescovo della Chiesa di Inghilterra sarà il padrino del Liverpool Pride

di

"La Chiesa in generale ha bisogno di una svolta sulle questioni di inclusione e di uguaglianza" dice.

2286 1

Si chiama Paul Bayes il reverendo, vescovo di Liverpool nonché futuro padrino del Pride di Liverpool in programma per il 29 e il 30 luglio.

Il religioso è infatti un accanito sostenitore dei diritti LGBT e si è più volte apertamente schierato a favore del matrimonio egualitario e contro ogni terapia riparativa dell’omosessualità. Il simbolo di questo Liverpool Pride sarà, come ricordato dallo stesso Bayes, Michael Causer, adolescente ucciso nel 2008 in città per via del suo orientamento sessuale.

Queste le parole del sacerdote: “Ho il privilegio di identificarmi con il contributo del Pride per contrastare i pregiudizi e promuovere la consapevolezza della ricchezza della nostra comunità LGBT. Come cristiano credo davvero che Gesù voglia una comunità in cui tutti siano inclusi e liberi dalla paura”.

La volontà e i suoi obiettivi sono molto chiari: lavorare per una Chiesa migliore. “La Chiesa cristiana ha bisogno di una svolta sulle questioni di inclusione e di uguaglianza. Io stesso mi sto battendo per l’inclusione delle persone LGBT e tutti i cristiani dovrebbero concordare sul fatto che l’omofobia e i crimini di odio sono malvagi e devono essere condannati”.

Leggi   L'autore dello striscione "W la f*ca" ha spiegato il suo gesto: "Lo rifarei, il Pride è osceno"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...