Via libera in Svizzera all’adozione del figlio del partner

di

La destra populista riesce a introdurre paletti restrittivi ad una legge che avrebbe consentito l'adozione alle coppie gay, oggi vietata. Sarà possibile adottare esclusivamente il figlio del partner.

2380 0

In Svizzera le coppie omosessuali potranno adottare bambini, ma questo diritto sarà limitato ai “figliastri”. La decisione è stata presa dal Consiglio Nazionale, la camera bassa elvetica, con 113 voti favorevoli, 64 contrari e 4 astenuti. La mozione sul tema chiedeva che venissero modificati gli articoli di legge sulle unioni civili affinché ogni adulto, indipendentemente dal suo stato civile o dal suo modo di vivere, potesse adottare un bambino. I deputati hanno però optato per un testo modificato proposto dalla maggioranza – 11 voti contro 8 – della Commissione degli affari giuridici, che fa riferimento esclusivamente alle adozioni del figlio del partner. Le adozioni riguarderanno quindi qualsiasi figlio naturale o adottato avuto dal partner prima dell’inizio della relazione.

Il Consiglio di Stato, la Camera alta, ora dovrà votare questa versione emendata in attesa che poi il governo presenti una proposta di sintesi da sottoporre a un nuovo voto parlamentare. L’attuale legge in vigore dal 2007 vieta le adozioni alle coppie omosessuali, che peraltro hanno la possibilità di registrarsi ufficialmente, ma non ai gay single. La legge sull'”unione domestica registrata” di coppie omosessuali vieta anche la procreazione medicalmente assistita.

Il primo partito svizzero, la destra populista di Svp, aveva chiesto alla Camera basa di bocciare il testo sostenendo che un figlio ha bisogno di un padre e di una madre.

Leggi   Torino, gli scrivono "Fr*cio" sull'auto, ragazzo gay risponde su Facebook
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...