Walker talebano a causa del padre gay

di

Un giornalista americano lancia l aprovocazione: "Fu l'omosessualità del padre a spingere il giovane John Walker Lindh da Bin Laden". Ma la stampa gay protesta.

681 0

Un aspro di battito si svolge in questi giorni nella comunità gay americana, in seguito all’articolo apparso sul San Francisco Examiner in cui il giornalista P. J. Corkery ha presentato la sua tesi aulla conversione dell’americano John Walker Lindh all’islamismo, e infine all’impegno in AL-Qaeda: secondo Corkery, anche se il padre di John, Frank Lindh «ha detto che fu la lettura dell’Autobiografia di Malcolm X che, nel 1997, spinse il cervello e il cuore di suo figlio sedicenne nella direzione dell’Islam», in realtà «qualcos’altro succedeva nella famiglia di Johnny quell’anno, e potrebbe essere altrettanto pertinente». Il padre di John, infatti, quell’anno lasciò la famiglia per trasferirsi a casa di un amico; ma, scrive Corkery, «altri amici di famiglia dicono che i due vivono come una coppia gay».

Le conclusioni del giornalista sono immaginabili: il sedicenne John si sarebbe avvicinato alla cultura fondamentalista islamica per reazione all’omosessualità del padre. Dalle colonne dello stesso quotidiano, un altro giornalista, progressista e spesso pro-gay, Rob Morse, definisce le illazioni del collega «un volgare e disgustoso attacco alla famiglia Lindh», secondo quanto riporta un articolo apparso su il Nuovo.it.

Anche Michelangelo Signorile e Rex Wockner, entrambi noti giornalisti omosessuali, hanno detto la loro nel dibattito. Wockner, su PlanetOut.com si dice scandalizzato: «Non ho mai sentito una sciocchezza simile: l’autore dell’articolo sostiene che Johnny è diventato un fondamentalista islamico perché suo padre si è dichiarato gay quando lui aveva 16 anni. Tutto è possibile ma possono esserci mille altre spiegazioni».

Signorile, invece, non smentisce l’ipotesi di Corkery, ma teme che queste affermazioni «portino acqua alle crociate dei fondamentalisti cristiani, e in particolare a quella contro le adozioni da parte dei gay».

Leggi   San Francisco avrà un nuovo memoriale dedicato ad Harvey Milk
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...