World Outgames: l’Italia gay verso la finale

di

Gli azzurri gay impegnati alle olimpiadi gay di Copenhagen stanno facendo meglio della Nazionale di Lippi. Paolo Colombo ci racconta come sta andando l'Italia gay ai World Outgames.

1460 0

Azzurri del calcio alla riscossa ai WorldOutgames di Copenhagen con due formazioni italiane nei quarti di finale. Meglio di quanto ha fatto la Nazionale di Lippi alla Confederation Cup in Sudafrica. A sbugiardare chi continua a negare l’esistenza dei gay nel calcio, soprattutto in Italia, ci pensano i Kingkickers e la formazione del Mediolanum impegnate a raggiungere un gradino del podio olimpico gay nella seconda edizione dei giochi ospitata nella capitale danese.

La finalissima si giocherà venerdì pomeriggio e potrebbe essere una finale tutta azzurra nel caso in cui le italiane passassero indenni quarti e semifinali. I Kingkickers Italia sono la formazione allenata dal giornalista de la7 Paolo Colombo, già conduttore di V-ictory, il settimanale di approfondimento sportivo oltre che gay dichiarato. È stato proprio Colombo il portabandiera degli azzurri alla Cerimonia di Apertura dei giochi lo scorso sabato nel centro di Copenhagen con i "suoi" calciatori in prima fila ed è proprio lui il "nostro" corrispondente dalla scandinavia.

«Buongiorno da Copenhagen, dopo la qualificazione di ieri ai quarti di finale ci regaliamo una giornata di riposo e svago al parco divertimenti di Tivoli, giusto per trascorrere qualche ora spensierata, poi penseremo ai match, speriamo molti, che ci attendono a partire da giovedì», dice Paolo Colombo. «È stata sicuramente un’esperienza indimenticabile quella della cerimonia di apertura per me e per i miei ragazzi, così come lo è quella di giocare in campo internazionale e dimostrare che pur essendo gay si può giocare a calcio e farlo anche molto bene. Penso spesso, come giornalista, ma soprattutto come gay, alle fesserie che continuo a sentire soprattutto quando si accosta la parola omosessuale al mondo del calcio . È per questo che mi convinsi a fare la famosa puntata di V-ictory dedicata ai gay nello sport e, visti gli ottimi risultati di ascolto ottenuti, probabilmente un’altra ne seguirà questo autunno non per creare scandalo ma per far si che qualcosa si possa smuovere in un ambiente chiuso, ostile e, perché no omofobo, come quello del calcio. Ora siamo qui a rispondere in prima persona ai vari Moggi, Lippi ed altri che hanno negato l’esistenza di gay nel mondo calcistico.»

E a proposito della sua squadra Colombo spiega che «I Kingkickers sono un gruppo di venti, venticinque  persone, tra giocatori ed accompagnatori, uniti dalla passione per questo sport. Non è stato un esordio facile qui ai WordOutgames visto che siamo finiti nel girone più impegnativo, contrariamente all’altra squadra italiana, rinforzata però da molti etero. Il nostro orgoglio, se così si può chiamare, è quello di essere tutti gay, alcuni dichiarati, altri meno, altri no. Sarebbe stato facile, per me, chiedere a qualche giocatore amico mio, magari di serie B o C di venire a giocare quassù, ma non avrebbe avuto alcun senso, anche perché non avevamo assolutamente soldi da buttare per pagare degli "infiltrati". Meglio essere meno forti, magari, ma più genuini almeno questo dovrebbe essere lo spirito dei giochi gay. Non fraintendetemi però non è assolutamente una chiusura ad un etero in squadra… anzi!»

«L’esordio non è stato assolutamente facile, contro i padroni di casa del Pan Fodbold e per giunta con un arbitro danese a dirigere l’incontro. Risultato: nessun fallo fischiato a nostro favore, un espulso in difesa per noi e la striminzita vittoria degli scandinavi per 1-0.  Peggio è andata nella seconda partita contro gli americani dello Stonewall di Seattle. Una caporetto finita 3-1 per la squadra a stelle e striscie. Nella partita decisiva ci siamo riscattati vincendo per 7-2 contro la formazione del Tri Gay Mexico. Adesso nei quarti di finale ci attendono gli svedesi di  Stoccolma, squadra di certo non imbattibile ma sappiamo benissimo che il pallone è rotondo e ce la giocheremo sino in fondo con la speranza di approdare alla semifinale.»

Questi i quarti di Finale:

Stonewall Seattle (usa) vs Styrmir (Irlanda)

Pan Fodbold (Dan) vs Friend Prague (Rep. Ceca)

Kingkickers (Ita) vs Stoccolma (Sve)

Mediolanum(Ita) vs Pan Pink (Sve)

 

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...