Attore montenegrino minacciato per spot sui diritti gay

di

Un bacio con un altro attore in uno spot che promuove l'uguaglianza è bastato perché Todor Vujosevic fosse oggetto di minacce. Il regista: "Preoccupato, è solo l'inizio"

1150 0

^f1Todor Vujosevic è un attore montenegrino che in uno spot televisivo a favore dei diritti delle persone lgbt ha baciato un altro attore. Per quel bacio, Vujosevic ha ricevuto delle minacce. La notizia sta facendo il giro del web e anche se non si sa esattamente il contenuto delle minacce è facile immaginarlo. "Nella giornata di ieri, Todor ha ricevuto un messaggio molto minaccioso del quale è stata messa a conoscenza la polizia" ha riferito Danilo Manurovic, regista dello spot. Manurovic si è poi detto "molto preoccupato poiché penso che siamo solo all’inizio". Lo spot, che potete vedere qui in basso, è del tutto innocuo: alcuni amici seguono una partita di calcio alla tv e al momento del gol esultano tra fiumi di birra e abbracci. In mezzo all’esultanza due di loro si scambiano un bacio.
^rf2Lo slogan recita: "Va bene che siamo diversi, ma siamo parte di una squadra". "Nessuno tra gli attori che recitano nello spot è gay nella realtà. Sono tutti ragazzi di città che hanno deciso di dare il proprio sostegno ad una storia di diritti umani – spiega il regista -. Penso sia un gesto piuttosto nobile e se un bacio tra due può far ritenere che siano omosessuali, la risposta è: certo potrebbe, ma (in questo caso) semplicemente non è vero". E soprattutto, non ci sarebbe niente di male se lo fossero. In quella regione l’omofobia è molto diffusa e radicata al punto che lo scorso anno il previsto pride di Podgorica è stato annullato per motivi di sicurezza dei manifestanti.

Leggi   Texas, miliardi di dollari buttati a causa delle leggi omofobe
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...