Blitz in un bar gay in Messico, 5 morti: il video dell’assalto

di

I media locali hanno cercato di insabbiare i fatti per oltre tre settimane. Sappiamo che ci sono almeno cinque morti e 14 feriti.

CONDIVIDI
236 Condivisioni Facebook 236 Twitter Google WhatsApp
9723 0

Una storia sconcertante sta emergendo nelle ultime ore, probabilmente per il clima generato dei fatti di Orlando (qui per il nostro speciale > >): al bar gay “La Madame” di Xalapa, Messico, c’è stata una violenta sparatoria il 22 maggio. Si parla di 5 morti e 14 feriti, dei quali 12 già dimessi dagli ospedali.

Il quotidiano Regeneración è stato il primo a divulgare la notizia: per settimane la polizia e i mezzi d’informazione hanno taciuto sull’accaduto. Il movente “ufficiale” sarebbe legato al traffico di droga, ma alcune fonte locali rivelano che questa causa è spesso citata come scusa e non c’è ancora certezza sui veri motivi.

Un testimone rivela che “gli assalitori hanno aperto la porta violentemente e hanno tirato fuori le pistole. Non hanno avuto pietà. Le pallottole arrivavano ovunque e le piastrelle bianche erano infangate di sangue. Chi voleva scappare scivolava nelle pozze”. Nel locale al momento della sparatoria erano presenti più di 200 persone, e alcuni media messicani insinuano che i morti potrebbero essere molti di più.

Nel video in alto, ripreso da una telecamera di sorveglianza, si notano gli assalitori che arrivano sul luogo, sguainano le loro armi e si fiondano sulla porta. Poi scappano via (minuto 4:00) e gli ostaggi escono fuori correndo, spaventatissimi.

Perché  una fatto così grave è stato nascosto per tutto questo tempo? Perché non ha avuto la stessa rilevanza di Orlando?

Leggi   Commonwealth, oltre 100.000 firme per la petizione che chiede la depenalizzazione del sesso gay
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...