Chelsea Manning si candida al Senato USA con i democratici

di

Chelsea Manning, nel 2013 condannata a 35 anni di carcere e nel 2017 'graziata' da Barack Obama, ha presentato i documenti ufficiali nel Maryland.

639 0

Chelsea Manning, l’ex caporale Bradley poi diventata donna, era la talpa che nel 2010 passò oltre 260.000 file a Wikileaks.

Manning, protagonista del “Cablegate” per cui nel 2013 era stata condannata a 35 anni di carcere e poi nel 2017 graziata da Barack Obama, ha presentato i documenti ufficiali nel Maryland, Stato da tempo Democratico ma apparentemente in mano all’attuale senatore Ben Cardin. Per riuscire a sconffiggerlo Chelsea dovrà compiere un’impresa, ma il guanto di sfida è stato lanciato.

Viviamo in tempi difficili, di odio e di oppressione. Non abbiamo bisogno di nuovi leader, abbiamo bisogno di qualcuno disposto a combattere”. “Dobbiamo smettere di aspettarci che i nostri problemi si risolvano da soli”. “Non abbiamo più bisogno di loro, possiamo fare di meglio“, sentenzia Chelsea via video, per un’elezione  di Midtern che si terrà il prossimo 6 novembre.

Immediatamente dopo la condanna, avvenuta nel 2013, Manning rese noto di non riconoscersi nel genere maschile e di avere una percezione di sé femminile, intraprendendo da subito un percorso di transizione con trattamento ormonale. Chelsea Elizabeth il nome da lei scelto, prima di tornare ad essere una donna libera il 17 maggio 2017.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...