HiVideo: il vostro spot contro l’Aids

di

Un contest destinato ai giovani tra 16 e 26 anni sceglerà ilmiglior video sulla prevenzione che andrà in onda su All Music. Testimonial Martina Stella, sponsor ufficiale Angel...

812 0

In occasione della Giornata Mondiale contro l’Aids che si celebra l’1 dicembre, il Network Italiano Persone Sieropositive ha indetto un concorso dedicato ai giovani tra i 16 e i 26 anni e che si intitola HiVideo. "Rivolgersi direttamente ai giovani rendendoli protagonisti attivi di una campagna sociale sulla prevenzione dell’AIDS e delle malattie sessualmente trasmissibili – si legge in una nota del Nips -. È questa la sfida lanciata dal contest HiVideo, un modo originale per coinvolgere le nuove generazioni stimolando la loro passione per il cinema e le nuove tecnologie mettendola al servizio del sociale".

L’idea è che i partecipanti realizzino uno spot non più lungo di un minuto che parli di prevenzione e si rivolga ai loro coetanei con il linguaggio e l’approccio che ognuno preferisce. Le clip possono essere girate sia con la telecamera (per la sezione ‘Classic’), sia con i cellulari (per la sezione ‘Mobile’) e devono essere caricati, entro il 20 novembre prossimo, sul sito del contest dove è già visibile il video promozionale con la testimonial Martina Stella. Tutti i video saranno poi pubblicati nel canale dedicato su YouTube e i più votati dagli internauti saranno esaminati e giudicati da una commissione di registi, attori e produttori che sceglieranno un vincitore per ognuna delle due categorie.

Culmine del concorso, organizzato con la partnership del canale musicale All Music e sponsorizzato da Angel Devil, brand leader nell’abbigliamento giovanile, sono gli “HIVideo Spot Awards”, un mega evento che si terrà sabato 29 novembre al Palaruffini di Torino con dj set di Skin, voce degli Skunk Anansie, e Krakatoa, il duo composto da Samuel leader dei Subsonica e Pisti dei Motel Connection. Nel corso della serata verranno annunciati i video vincitori, che saranno trasmessi su All Music con un’intervista agli autori.

Leggi   Per la prima volta un ‘madrino’ al Festival di Venezia: è Alessandro Borghi
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...