Intervista shock ai ragazzi gay arrestati e torturati in Cecenia: “La polizia usa le scariche elettriche”

di

Le testimonianze dirette delle vittime dell'omofobia cecena.

12619 2

Sono parole che sconvolgono quelle dei ragazzi ceceni intervistati dalla CNN: si tratta di due omosessuali imprigionati e torturati dalle forze dell’ordine. Il regime ceceno ancora oggi nega qualsiasi accusa, mentre in giro per il mondo la protesta è continua sempre più organizzata.

“La mia auto si è fermata in un checkpoint della polizia e mi hanno chiesto i documenti. Li hanno controllati e poi mi hanno detto: “Ti prendiamo”.”

“Hanno iniziato a prendermi a pugni e a calci. Volevano i nomi dei miei amici gay. Mi hanno attaccato dei fili alle mani e dei ganci di metallo sulle braccia per l’elettroshock. Hanno attrezzature speciali, molto potenti. Quando ti danno la scossa, salti. Se la mia famiglia scoprisse che sono gay non sarebbe necessario l’intervento del governo, loro mi ucciderebbero”.

Leggi   Burundi, è caccia ai gay: due ragazzi arrestati perché ballavano assieme
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...