PRESADIRETTA speciale Unioni Civili: la storia di Shalpy e Roberto Blasi

di

PRESADIRETTA e le storie reali di chi vive l’esperienza di una famiglia diversa da quella tradizionale. La storia di Shalpy e Roberto Blasi come esempio di quello che...

4298 0

Domani sera, Domenica 24 Gennaio, torna PRESADIRETTA. Il programma di Raitre si occuperà delle unioni civili: il dibattito e la verità sulla sicurezza privata nel nostro Paese.

Nei giorni in cui il Senato si prepara a votare il ddl Cirinnà, che disciplina le unioni civili per le coppie omosessuali e la convivenza in genere, PRESADIRETTA racconta le storie reali di chi vive l’esperienza di una famiglia diversa da quella tradizionale. Una riflessione sulla necessità di fare i conti con i cambiamenti della società e delle famiglie che la compongono.

PRESADIRETTA_LOGO

Le telecamere di PRESADIRETTA, come hanno detto a noi di Gay.It:

Hanno raccolto le storie di coppie omosessuali, di mamme e di papà che si sono sentiti discriminati, di imprenditori che hanno deciso di estendere ai propri dipendenti omosessuali le stesse tutele degli altri lavoratori. La testimonianza dell’ex presidente del tribunale dei Minori Melita Cavallo e quelle dei politici coinvolti nel dibattito di questi giorni. Il racconto di una donna americana, già madre di tre bambini, che ha deciso di portare avanti due gravidanze surrogate per donare un figlio a chi diversamente, non potrebbe conoscere la gioia di essere genitore.

PRESADIRETTA_UNIONI_CIVILI_SHALPY

In occasione di questa puntata sulle unioni civili, vi proponiamo il video di PRESADIRETTA del 10 Gennaio dove gli ospiti Shalpy e il compagno Roberto Blasi, che in tutti gli Stati in cui è legalizzato il matrimonio gay sono sposati ma qui in Italia no, raccontano del malore subito dal cantante mesi fa e dell’agonia che hanno dovuto patire in ospedale, in quanto il marito era considerato un estraneo.

Il ddl Cirinnà potrebbe dare un volto e una voce a tutti quei compagni che ora, per la legge e le istituzioni, sono invisibili.

 

Leggi   Omofobia in Calabria, Booking.com lancia il comunicato: "Struttura rimossa, non tolleriamo discriminazioni"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...