Saviano: “Sorpreso di vedere la mia faccia su Gay.it”

di

L'autore di Gomorra, intervistato da Daria Bignardi a L'Era Glaciale, si è detto sorpreso di aver visto un pezzo su di lui pubblicato dal nostro portale. «Vuol dire...

Roberto Saviano è un personaggio ormai noto a tutti e da molti ^f1considerato un vero eroe civile. Giornalista e scrittore, il 30enne di Casal di Principe che col suo Gomorra ha svelato gli intrighi della Camorra al grande pubblico non può che suscitare ogni volta curiosità per chi ascolta le sue parole. Come sempre, quando capita di sentirlo parlare, Saviano stupisce per il suo modo di raccontare il mondo della camorra e in particolare il clan dei Casalesi, veri protagonisti del suo best-seller.
Per questo Daria Bignardi lo ha scelto come ospite unico della ^rf2prima puntata de l’Era Glaciale, la trasmissione ripartita venerdì sera su RaiDue incentrata sulle interviste a volti noti dello spettacolo e della cultura. Lui, da solo, bastava a riempire un’intera puntata. Durante la trasmissione, durata più di un’ora, Saviano ha parlato delle commistioni tra mafia e politica, della sua vita da "protetto" dallo Stato, delle difficoltà che deve affrontare la sua famiglia, degli amici che lo hanno abbandonato, e di molti altri temi.
Non è mancato lo spazio per domande più frivole. E così, quando la conduttrice gli ha chiesto se il successo del suo Gomorra lo avesse portato ad essere più popolare anche tra il pubblico femminile, Saviano si è lasciato andare ad una battuta: «Si sono occupati di me molti giornali e siti internet, anche quelli più gossippari e modaioli». «Addirittura ho visto il mio volto su Gay.it. Un mio amico mi ha chiamato e mi ha detto: "E’ sempre tutto uguale?" e io ho risposto "Sì è sempre tutto uguale". Vuol dire che mi apprezzano anche lì».
È vero, ci siamo occupati di Roberto Saviano. E possiamo confermare che il nostro apprezzamento verso di lui è grande. Come la gratitudine nei suoi confronti per quello che ha fatto e che continuerà a fare.
Di seguito il video:

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...