Sydney: 7 colpi di pistola a un cliente di un locale gay. Il filmato

di

Le terribili immagini, rese note nel processo, mostrano l'aggressione e la fuga disperata del cliente

1202 0

E’ stato reso noto nel corso di un processo a Sydney, in Australia, un filmato del circuito interno di un Sex Club nel quale nel maggio 2013 un cliente cinquantaduenne è stato inseguito ed colpito al tronco da sette colpi di arma da fuoco sparati da un estremista islamico, Milad bin Ahmad Shah al-Ahmadzai.

L’estremista islamico si è dichiarato non colpevole delle cinque accuse, tra cui quella di tentato omicidio volontario, dopo che lui e un altro uomo sono stati presumibilmente coinvolti nella sparatoria fuori l’Aarows nightclub di Rydalmere, un sobborgo di Sydney, nel maggio 2013.

Nel video riprodotto durante il suo processo al Tribunale di Parramatta, la vittima cinquantaduenne si vede mentre scappa disperatamente via da due uomini mascherati che lo prendono a calci e poi gli sparano almeno sette volte. La vittima è stato alla fine raggiunta nel parcheggio del complesso e colpita al tronco, lasciando una terribile scia di sangue ma riuscendo a strisciare fino alle porte del locale per mettersi in salvo. Si è svegliato dopo 5 giorni di coma.

Al-Ahmadzai è stato imprigionato per nove mesi nel 2014 per aver minacciato di tagliare la gola ad un ufficiale di polizia. Attualmente è imprigionato nel carcere di massima sicurezza di Goulburn Supermax dal suo arresto nel 2013 e rischia l’ergastolo non solo per questo omicidio, alla luce di questo inequivocabile quanto terribile video, ma anche per l’atteggiamento di assoluto disprezzo nei confronti dei giudici: lui, infatti, chiede di essere processato da un tribunale islamico. Peccato che si trovi in Australia….

<iframe width=”640″ height=”360″ src=”http://www.liveleak.com/ll_embed?f=630dd9adda28″ frameborder=”0″ allowfullscreen></iframe>

Leggi   Il Comune di Trieste ha deciso: addio alla rete anti-omofobia
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...