Berlino shock: razzista omofobo usato come attore nel Memoriale dedicato alle vittime gay dei nazisti

di

La biografia dell'uomo non è esattamente compatibile con la sua partecipazione al progetto.

CONDIVIDI
37 Condivisioni Facebook 37 Twitter Google WhatsApp
7282 0

Il video presente al Memoriale di Berlino dedicato alla vittime omosessuali delle deportazioni naziste è stato recentemente sostituito dopo le lamentele di un turista danese, secondo il quale uno dei protagonisti del video sarebbe, nella vita, un razzista omofobo. Il video in questione mostra una sequenza in loop di due uomini che si baciano.

 

Lunedì scorso, 9 gennaio, un turista danese dopo aver visto il video a Berlino ha comunicato al magazine tedesco Siegessäule, che uno dei due uomini che compaiono del video è il designer e autore danese Jim Lyngvild (nel video è l’uomo biondo).

Gay dichiarato, Lyngvild vive in un castello vichingo col marito Morten ma la sua biografia non è esattamente compatibile con la sua partecipazione al memoriale antinazista. L’uomo ha infatti precedenti di razzismo, sessismo e omofobia.

Nel 2012 Lyngvild postò uno status su Facebook in cui se la prendeva con l’origine etnica di alcuni ragazzi, da lui definiti “maiali pakistani” perché, secondo il suo racconto fatto dall’uomo, lo avevano insultato in quanto omosessuale.

Inoltre l’uomo sarebbe noto per sostenere il Danish People’s Party, un movimento politico di destra che ha posizioni anti-gay e anti-egualitarie, anche se lui nega, rivendicando solo un’amicizia privata con la co-fondatrice Pia Kjærsgaard.

 

Criticato per questa sua simpatia politica, Lyngvild avrebbe detto: “Gli omosessuali non mi piacciono. Non mi piace quando dicono: ‘Guardami, sono omosessuale, mi devi rispettare“.

Lyngvild era anche stato scelto, nel 2013, per far parte della giuria di Mr Gay al Pride di Copenhagen, ma aveva poi perso l’ingaggio per aver usato un termine equivalente al nostro “fr*cio”.

Elmgreen & Dragset, gli artisti che hanno creato il video del memoriale si dicono scioccati e prendono le distanze dalle affermazioni di Lyngvilds.

Nel frattempo il video è stato sostituito con un altro che era già stato utilizzato per il memoriale tra il 2012 e il 2014 – un video che mostra coppie gay e lesbo che si baciano – in attesa che venga deciso quale sarà il nuovo video che verrà utilizzato per l’importante luogo commemorativo.

 

Leggi   Cacciati da un pub perché gay: 'Solo coppie miste'
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...