Addio Lietta Tornabuoni la più gayfirendly tra i cinecritici

di

È mancata per un attacco cardiaco la critica della Stampa che per decenni ha sostenuto i diritti lgbt promuovendo i festival gay. "Una perdita pesante per il cinema...

714 0

È mancata ieri notte al Policlinico Umberto I di Roma per un attacco cardiaco la critica cinematografica Lietta Tornabuoni. Era stata ricoverata lunedì sera dopo una caduta ma già prima di Natale aveva avuto un malessere durante una proiezione.
Grande sostenitrice dei diritti lgbt, aveva fortemente sostenuto le manifestazioni cinequeer italiane, in particolare il Festival di Torino "Da Sodoma e Hollywood" che aveva contribuito a lanciare a livello internazionale.
Nata a Pisa nel 1931, figlia di un militare e sorella del pittore Lorenzo, aveva iniziato diciottenne la carriera giornalistica al settimanale "Noi Donne" per poi arrivare a scrivere sul "L’Espresso", il "Corriere della Sera" e "la Stampa", di cui era la critica da una ventina d’anni. Non era sposata e non aveva figli.
"Lietta Tornabuoni se n’è andata e per il cinema italiano è una perdita pesante" afferma in una nota Walter Veltroni.

"Di solito queste cose si dicono dei registi, degli attori, ma il suo lavoro di critico aveva accompagnato per decenni il nostro cinema e ne era una parte altrettanto importante e indispensabile. Le sue recensioni erano un appuntamento imperdibile: precise, senza esagerazioni, fresche, non inclini alle mode, segnate dalla sua passione civile e dal suo amore per il cinema e per la cultura. Ci mancherà e mancherà al cinema il suo sguardo stimolante e profondo".
La sua ultima critica verrà pubblicata venerdì prossimo sull’Espresso ed è della commedia belga dark "Kill Me Please" che parla del tema dell’eutanasia in chiave grottesca. È interpretata, tra gli altri, dalla trans Zazie de Paris. Il settimanale la ricorda così: "Grazie di tutto Lietta: ci mancherai, compagna di viaggio acuta, sensibile e colta. Con una grande autonomia di giudizio e capace anche di andare contro corrente".

Leggi   Scandalo ad Hollywood, agente licenziato per molestie su giovani attori
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...