AMORE E LIBERTA’

di

"Vivi l'Amore Libero. Quello senza regole. Quello che fa quel che vuole lui. E spesso ti fa marameo. Andandosene."

699 0

Nel coacervo di negatività sentimentale che mi ha regalato il 2001, sono lontano dal fare sinceri Auguri di un Buon Anno. Ho conosciuto molta gente quest’anno. Ho provato cose forti, nel bene e nel male. Più nel male, ma tant’è. Ci sono stati seri motivi che mi hanno tenuto lontano dalla tua rubrica e un po’, davvero, mi è spiaciuto. Prendo quel che viene. Inutile dire che detesto queste giornate. Una bella agonia per arrivare a lunedì 7 gennaio. E per dire che tutto è passato come niente. Dopotutto.

Però c’è un però.

Questa sera è una sera particolare. E so come stanno alcuni singoli come me.

Per cui svuoto il contenitore dell’ipocrisia e ti mando un affettuoso saluto con dentro l’oggetto della mail: vivi l’Amore Libero. Quello senza aspettative. Quello pieno ed improvviso. Quello che non dura. Ma che a volte fa il giro e ti viene addosso.

Vivi l’Amore Libero. Quello senza regole. Quello che fa quel che vuole lui. E spesso ti fa marameo. Andandosene.

Quello delle emozioni forti. Del bene e del male.

Quello che lo prendi e quando se ne va ti resta in mano poco e niente.

Ma senza rimorso lo ripensi e piangendo sorridi.

L’Amore Libero.

Carissimo Amore libero,

ti parlo sinceramente. Se avessi dovuto attenermi alle regole del "buon giornalista", non avrei mai dovuto pubblicare la tua lettera. Specialmente all’inizio dell’anno, dove tutti fanno buoni propositi. Tutti si sentono più felici o, perlomeno, più ottimisti, più positivi insomma. Una lettera del genere in pieno marasma di festeggiamenti, nessuno la sente vicina. Nessuno ci si riconosce. Ma ahimè, credo che non rispecchi la realtà dei fatti.

Non voglio dire che se il buongiorno si vede dal mattino…siamo fregati…ma forse è il momento giusto per una piccola (nemmeno poi così piccola…) riflessione. Ma non mi prendete troppo sul serio, l’anno è appena iniziato e quindi avrete tutto il tempo per dimenticare in fretta quello che leggerete.

Arriviamo velocemente all’argomento: Chiamiamolo l’amore, chiamiamola l’impossibilità di amare, o più precisamente la difficoltà ad essere amati. Detta così fa tanto "cenerentola coniugata Fantozzi"ma questo è cari miei!!

Non credo assolutamente a questa scelta nel restare single. Si, di scelta si tratta ma di scelta degli altri! Io ricevo centinaia di lettere che lamentano la mancanza di uno straccio d’amore, di qualcuno con cui condividere momenti belli e brutti della vita, con cui fare un pezzo di strada insieme, qualcuno d’amare, cazzo!! Certo, tra tutte le lettere ce ne saranno sicuramente tante di persone che in realtà non cercano niente. Ma non pensate che in percentuale ci sarà anche qualcuno che veramente di stare solo non ne avrebbe nessuna voglia?! Non vorrei, credimi Libero Amore, dirti che ti capisco e che hai ragione. Ma in questo momento non posso proprio farne a meno. Non trovi che quando sei innamorato il sesso tout court non sia la cosa principale? Certo, il sesso è importante eccome! ma sarà per il fatto che è così facile fare sesso senza nessuna implicazione, che quando trovi qualcuno con cui puoi fare anche "dell’altro" ti sembra meno importante. Tutto sembra bellissimo in quel momento (l’innamoramento) sei più disponibile con gli altri, i problemi (ma quali problemi !?) ti sembrano delle gran cazzate. Fai gran progetti in segreto, ti sogni cose che ti vergogni anche con te stesso e poi… (e qui la mia classica citazione cultural-patetica: Questa volta tocca ad una canzone di Giorgia) " E poi, e poi, e poi sarà come morire…cadere giù..non arrivare mai…e poi sarà e poi sarà come bruciare, nell’inferno che imprigiona, e se ti chiamo amore tu non ridere se ti chiamo amore…" Cade a pennello vero? Che strano. Le canzoni, anche le più insulse, nel momento del dolore sembrano scritte apposta per noi..mah! Hai ragione mio caro amico. Diamoci all’Amore libero, senza impegni, senza aspettative, senza coinvolgimenti senza grandi voli ma anche senza grandi cadute…il trionfo della mediocrità!!! Forse è quello che è stato "scritto" per noi (almeno per me…) forse non siamo pronti e preparati ad affrontare la vita come si dovrebbe, forse. Sta difatto che oggi non riesco, come sarebbe giusto,a dirti qualcosa che possa farti superare la tua demotivazione, il tuo pessimismo. Sono sicuro però, caro Libero Amore, che ci passerà. Anche noi riusciremo a guardare al nostro futuro sentimentale con più ottimismo, senza vittimismo. Lo faremo sicuramente, più avanti. Non ora però. Scusateci.

Con affetto Fabio

P.S. ah, dimenticavo: Buon Anno.

di Fabio Canino

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...