BYE BYE, BABY…

di

Un anno di amore con un ragazzo che non riesce ad accettarsi. "So che vorrà sposarsi e avere figli", scrive il malcapitato lettore. E la Jena: "Come puoi...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
916 0

Caro amico, ti scrivo per raccontarti la mia storia…
Mi ritengo molto fortunato di aver avuto il mio primo ed unico rapporto con un ragazzo fantastico che amo molto, col quale ho da poco festeggiato il nostro primo anniversario…
All’inizio aveva notevoli difficoltà ad accettarsi, essere gay era una cosa che non poteva capitargli… e, in conseguenza, definiva il nostro rapporto come un'”amicizia particolare”.
Ma ti assicuro che era tutt’altro: ci amavamo (e ci amiamo) tanto! Un po’ alla volta, tentando di essere più delicato possibile, gli ho insinuato il dubbio, ed ora dopo molti sacrifici pare abbia capito…
I problemi continuano perché, anche se non me lo dice chiaramente, so che in futuro vorrà sposarsi con una donna ed avere una famiglia.
Sono consapevole del fatto che non posso monopolizzare la sua vita e che forse un giorno la nostra storia potrebbe comunque finire, ma mi manda in bestia pensare che possa terminare solo perché lui teme il confronto con la famiglia e gli amici, inoltre penso che il matrimonio possa essere una condanna all’infelicità sua e della sua futura consorte.
Il mio sogno è quello di convivere con lui, magari in un’altra città dove potremo vivere più serenamente la nostra relazione… Ma temo sia difficile, ne ho parlato anche a lui ma la sua risposta è “sarebbe bello però non credo sia il caso, come lo spiego in famiglia”?
Mi sono reso conto che non è il caso insistere, ne ricaverei solo il suo allontanamento.
Il mio sogno quando ero all’Università è sempre stato quello di trasferirmi e di crearmi una relazione stabile, ho conseguito la laurea ormai da tempo e continuo a vivere con i miei, perché l’idea di allontanarmi da lui mi blocca.
Il mio partner ha un ottimo lavoro in un’azienda che opera a livello nazionale, potrebbe quindi agevolmente ottenere un trasferimento ed io dal mio canto sarei disposto a seguirlo ovunque… (Wherever you will go: la nostra canzone…).
Al termine delle mie riflessioni, spesso penso di pretendere troppo da lui e infatti ormai da tempo non gli faccio più proposte del genere, sto imparando a vivere il nostro amore pensando all’oggi e poco al domani…
Mi piacerebbe avere la tua opinione in merito e qualche consiglio, di quelli diretti come solo tu sai fare…
Un abbraccio affettuoso!

Caro amico, ecco la mia risposta. Non credo ti farà molto piacere sapere che, così a pelle, il tuo fidanzato non mi piace moltissimo… Scusa la franchezza. Sicuramente è un giudizio affrettato e superficiale, ma capirai bene che io devo rispondere in base a quello che mi arriva attraverso la tua lettera. Io di solito sono molto comprensivo con chi ha problemi ad accettarsi, con chi ha paura delle conseguenze di un coming out fatto troppo velocemente, ma nel caso del tuo ragazzo, che non credo sia più un ragazzino alle prime esperienze, mi sembra che si stia approfittando della tua pazienza (a Firenze si chiamerebbe bischeraggine…). Capisco che tu sia innamorato, mi rendo conto che tu abbia paura di perderlo, ma caro mio, ad un certo punto dovrà, anzi dovrete, prendere una decisione! Credo sia arrivato il momento di decidere cosa fare delle vostre vite e non solo della sua!!! Sinceramente io troverei offensivo sentir parlare la persona con cui sto di un rapporto “a termine”, di impossibilità a costruire una vita insieme “perché non sa come dirlo alla famiglia” e, soprattutto, sapere che ad un certo punto dovrai lasciare il posto ad una moglie ed un figlio…ma stiamo scherzando!!?? Non so come la pensi tu, ma io non vorrei mai fare il precario dell’amore, il supplente di una famiglia a venire!! Non ci si può nascondere dietro alla difficoltà di accettarsi per non crescere, per non assumersi le proprie responsabilità.
Non sto assolutamente giudicando le sue future scelte. Se lui pensa che sarà felice così, auguri e figli maschi (calza proprio a pennello…), ma non pensa a te? a cosa provi, a cosa proverai? e soprattutto crede di dimostrarti amore sapendo che prima o dopo ti darà il benservito?? Sai, non ce l’ho con lui, ce l’ho con te che ti fai trattare così!! Va bene essere innamorati, va bene aver paura di perdere il poco per il nulla, ma un minimo di amor proprio tesoro mio!!! Ti senti amato? ti senti rispettato da questo egoista? Mi fa impazzire che pensi di chiedere troppo…troppo? ma se fai tutto quello che vuole lui!!?? capisco quando dici che è meglio pensare più all’oggi che al domani…ma nel vostro caso io un pensierino al domani lo farei. Soprattutto perché credo che quello che non c’ha mai pensato sei solo tu, lui ci ha pensato, eccome!
Io farei un discorso molto chiaro e diretto con questo signore. Sono sicuro che lui un’idea del vostro (soprattutto del suo…) futuro se la sia fatta. Spero di sbagliarmi e che lui ti dica che nonostante le difficoltà farà di tutto per vivere il vostro amore, che ti ama. Che ti ama veramente. Altrimenti, mio caro, sarà il caso si cambiare la vostra canzone. E questa volta dovrai sceglierla tu. Da solo. Io ti consiglierei un classico di Marylin Monroe: Bye bye baby.
Fabio

di Fabio Canino

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...