CARA JENA, BACIAMI COL PACS

di

"Ma se son single, che ci vengo a fare il 14 a Roma? Bacio te?" Un lettore sul Kiss2Pacs. La Jena, testimonial dell'iniziativa: "Io ci sarò anche per...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Caro Fabio,
ti scrivo perché ho letto che il 14 febbraio sarai anche tu a Roma alla manifestazione per il Pacs. Ti leggo da un po’, ammetto che a volte mi fai un po’ incazzare, però spesso stimoli delle riflessioni importanti, e allora ho deciso di rivolgermi a te – sperando che avrai il tempo di rispondermi – per sciogliere alcuni dubbi… diciamo così partecipativi.
Il primo è puramente tecnico: che ci vengo a fare a Roma se bisogna baciarsi, io che sono ormai disperatamente single? Qui ero tentato di chiederti se per caso non fossi libero anche tu, ma non mi sembra questa lettera la situazione ideale per tentare un abbordaggio così spudorato… Altri dubbi vengono dal fatto che, ad esempio, non ho mai partecipato a un Pride. Non mi piacciono, non mi sento partecipe di esibizioni, baracconate, anche se lo so – lo hai già detto anche tu – ai Pride non ci sono solo quelle. Ma così come non amo tantissimo le discoteche caotiche, allo stesso modo l’atmosfera del Pride mi sconvolge un po’.
Però, lo ammetto, questa idea delle coppie che si baciano mi piace, è diversa dal solito. Credo fermamente nell’importanza di riconoscere le nostre coppie, quelle gay e quelle lesbiche, al pari di quelle etero. In questo esiste una differenza di trattamento che mi indigna; a volte penso che dopo tutto il lavoro culturale che si è fatto su extracomunitari, ebrei, ecc , siamo l’ultima categoria che ancora viene trattata così impunemente in maniera ingiusta. E poi mi diverte molto l’idea di entrare nel Guinness dei primati!
Ti bacio, anzi no, aspetto il 14 per baciarti…
Federico

Carissimo Federico inizio confessandoti che, aldilà della motivazione seria (e più giusta!) anch’io andrò a quella manifestazione… soprattutto per entrare nel Guinness dei Primati!…
Ma andiamo per ordine. E’ molto importante partecipare a questo pomeriggio romano per vari motivi, indipendemente dai vari credo politici. Come tu saprai il Pacs NON è una brutta copia del matrimonio tradizionale, nonostante ci sia “qualcuno” che si ostina a buttare fango sulla verità per creare solo confusione. Il Pacs (patto civile di solidarietà) è un istituto giuridico per la tutela delle coppie di fatto. Spieghiamo meglio: “Istituto giuridico” perché ha a che fare con la giustizia e per “la tutela” delle coppie di fatto perché evidentemente sono coppie che ancora oggi non hanno tutela; cioè non sono né riconosciute né equiparate ufficialmente alle altre coppie, nonostante anche i componenti di queste coppie paghino regolarmente le tasse allo Stato Italiano. E’ chiaro che il Pacs possa essere migliorato nei contenuti – come tutto del resto – ma è un primo importantissimo passo verso il riconoscimento di diritti sacrosanti.
Per quanto riguarda i tuoi dubbi circa manifestazioni come questa e come il Pride, vorrei dirti che questo non ha niente a che fare con un Pride se non per il fatto che la manifestazione del 14 febbraio, come i vari gay Pride, servono in modi diversi a ribadire la necessità di uguali diritti per tutti.
Per il tuo giudizio sullo stile baraccone del gay Pride, ho già espresso più volte il mio parere proprio in questa rubrica. Devi sapere poi, caro Federico, che a Roma a piazza Farnese, non si ritroveranno solo coppie gay, ma tutte le coppie di fatto ovvero, etero, gay, lesbiche, bisex, transex, marziane, ecc. ecc. insomma chiunque voglia vedersi riconosciuti i propri diritti nella gestione della coppia! Il fatto di entrare nel Guinness dei Primati, oltre al divertimento, servirà anche a portare all’attenzione pubblica la verità circa cosa effettivamente viene richiesto. C’è stata tempo fa, una manifestazione simile in Cile, precisamente a Santiago, dove 4.400 coppie (di tutti i sessi e di tutte le età!…) si sono baciate contemporaneamente! Sembra però che questa manifestazione non sia stata monitorata e quindi registrata dagli organizzatori del Guinness dei Primati e quindi “semplicemente” dobbiamo battere il record ufficiale (febbraio 2000) di bacio contemporaneo dello stato canadese dell’Ontario dove 1.588 coppie avevano incollato le loro labbra. Comunque, che si batta il record ufficiale canadese o quello non ufficiale cileno, il nostro sarà certamente un record italiano!! Come dicevi tu a Roma per Kiss2Pacs, faremo gli onori di casa io e La Pina accompagnati da una madrina d’eccezione di cui ancora non posso fare il nome (!). Durante il pomeriggio di festa si esibiranno comici e gruppi musicali fino al momento fatidico del Grande bacio!
Caro Federico credo proprio tu non possa mancare ad una festa del genere! Per quanto riguarda il bacio che vorresti darmi… parliamone… vedi mai che uniamo l’utile al dilettevole, io sarò sul palco… fatti riconoscere!!!
Fabio
Clicca qui per lo Speciale Kiss2PaCS

di Fabio Canino

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...