CE L’HAI CORTO? FACCELO VEDERE!

di

E' questo il curioso titolo del concorso per soggetti o sceneggiature per cortometraggi a tematica glbt lanciato dal Gay Village. Dove si svolge una interessante rassegna di cinema...

903 0

ROMA – Dopo il successo dello scorso anno, Drive Out torna nelle serate del Gay Village del Testaccio a Roma, dal 12 al 21 agosto 2004. E in occasione di questa seconda edizione, viene lanciata una nuova sfida. Un bando di concorso, dal curioso titolo “Ce l’hai corto? Faccelo vedere!”, rivolto a tutti coloro che hanno una storia da raccontare a tematica omosessuale o un soggetto nel cassetto che esplori il mondo, la cultura e l’immaginario glbt in tutte le sue accezioni.
Nel corso della giornata d’apertura della manifestazione, il 12 agosto, verrà annunciata l’iniziativa, alla quale potranno prendere parte soggetti inediti o mini-sceneggiature trasformabili in un cortometraggio della durata massima di 10′ (e dunque una cartella circa per il soggetto e non più di 15 cartelle per la sceneggiatura) e dovranno pervenire a destinazione entro e non oltre il 28 febbraio 2005.
Gli scritti saranno poi esaminati da una giuria di esperti, dai curatori di Drive Out e da un rappresentante del Di Gay Project.
Al vincitore, Drive Out offrirà l’opportunità di realizzare il cortometraggio in tutte le sue fasi mettendo a disposizione un regista di fama, una troupe e un apparato di professionisti (tecnici, operatori, montatori, post-produzione).
Il cortometraggio verrà poi presentato in anteprima nel corso della terza edizione del Drive Out Festival 2005 e distribuito nelle sale dalla Voir Trade s.r.l.
A parte il concorso, la seconda edizione di Drive Out si presenta più articolata e arricchita. Otto nuovi film inediti alla platea romana (con un’anteprima italiana), alcuni dei quali provenienti da grandi festival cinematografici come la Berlinale 2004, sfileranno uno per notte e, quest’anno, saranno in competizione tra loro. A giudicare il migliore film sarà proprio il pubblico grazie a una cartolina-voto che sarà consegnata all’ingresso.
Quest’anno ogni lungometraggio sarà preceduto da un breve cortometraggio, quattro dei quali italianissimi, alla presenza degli autori.
E, dulcis in fundo, per la serata del 20 agosto, sarà presentato un film cult del passato che sarà un piacere rivedere su grande schermo e che le nuove generazioni gay sicuramente avranno modo di apprezzare: Parigi, o cara di Vittorio Caprioli con la grande, grandissima icona Franca Valeri.
DRIVE OUT
Programma delle proiezioni
^SGiovedì 12 Agosto^s
“DRAG QUEEN COLLEGE” di Serena Castana e Carlotta Cerquetti (Italia, 2003, 23′)
Un documento su uno spregiudicato corso di lezioni per diventare provette drag queens.
“CACHORRO” di Miguel Albaladejo (Spagna, 2004, 99′) IN CONCORSO.
Con: Jose Luis Garcia-Perez, David Castillo, Diana Cerezo, Mario Arias
Pedro, affermato dentista di Barcellona, vive allegramente la sua vita nella Chueca, il famoso quartiere gay della città, assieme ai suoi amici “orsi”. L’arrivo repentino di Bernardo, il suo nipotino undicenne, sconvolgerà il suo stile di vita e lo aiuterà a prendersi qualche responsabilità in più.
Dopo alcuni problemi di censura in patria, il film è stato presentato con grande successo alla Berlinale 2004.
^SVenerdì 13 Agosto^s
“MEU NOM E’ GAL” – cortometraggio
(K.J. Mohr & Kelly Hayes, 2001 Brasile, 5 min)
Divertente performance, tra il camp e il trash, di una famosa canzone della cantante Brasiliana Gal Costa. Occhio al finale al ritmo di samba….!
“DIE MOMMY DIE” di Mark Rucker (Usa, 2003, 90′) IN CONCORSO.
Con: Charles Busch, Angela Paton, Jason Priestley, Frances Conroy, Natasha Lyonne
Angela Arden è una star degli anni ’60, ormai sul viale del tramonto. Vive con suo marito e i suoi due figli e ha una relazione con Tony Parker (Jason Priestley), ex star televisiva. Angela nasconde dei torbidi segreti nella sua vita che la porteranno a fronteggiare la vendetta della sua famiglia. Incredibile commedia citazionista en travesti, presentata al festival gay di San Francisco.
^SSabato 14 Agosto^s
“LOVERS OF THE UNUSUAL ART OF FINDING ONESELF WITHOUT GETTING LOST”
(Guga Barros, 2003 Brasile, 9 min.)
Due ragazzi si incontrano per caso nelle strade di Rio. Si amano, si perdono. Finalmente, al terzo incontro casuale decideranno di non lasciarsi più.
“MERCI DOCTEUR REY” di Andrew Litvak (Francia, 2003, 106′) IN CONCORSO.
Con: Dianne Wiest, Jane Birkin, Stanislas Merhar, Vanessa Redgrave, Simon Callow
Elisabeth Beaumont (Dianne Wiest), famosa cantante d’opera, arriva a Parigi per cantare la Turandot e incontrare il suo amatissimo figlio Thomas. Thomas ha un appuntamento al buio con un uomo che però viene ucciso davanti a lui. L’unica persona in grado di aiutarlo è una paziente della famosa psicologa Dr. Rey, Penelope (Jane Birkin), la doppiatrice di Vanessa Redgrave (presente in un delizioso cameo, così come Jerry Hall e molti altri).
Commedia noir firmata dalla coppia Merchant-Ivory.
^SDomenica 15 Agosto^s
“MACCHEMUSICA “di Gianni Gatti e Antonio Cecchi (Italia, 2003, 11′)
Un Billy Elliot nella provincia italiana. Il piccolo protagonista vuole a tutti i costi esibirsi come majorette nella banda del paese.
“D.E.B.S.” di Angela Robinson (USA, 2003, 90′) IN CONCORSO.
Con: Sara Foster, Jordana Brewster, Meagan Good, Devon Aoki, Jill Ritchie
Le D.E.B.S. sono quattro giovani ragazze che formano la squadra di agenti speciali più versatile, efficiente e carina del mondo. Quando la star del gruppo, Amy, viene rapita dalla loro più acerrima nemica, Lucy Diamond, e se ne innamora, i guai per l’intero gruppo sono appena iniziati. Divertente e spiritosa commedia in perfetto stile Charlie’s Angels, presentata alla Berlinale 2004.
^SLunedì 16 Agosto^s
“US TOO”
(Cristina Fibe & Julie Belfer, 2002 Brasile, 7 min)
Una cena due coppie. Lara e Raul, marito e moglie, Marcelo e Alice. Marcelo e Lara si stanno baciando di nascosto in cucina e Raul li sorpende. Lara lascia la cucina e in salotto si… avvicina a Alice. In cucina i due uomini si baciano. Poi la cena continua normalmente.
“KM. 0” di Juan Luis Iborra e Yolanda Garcia Serrano (Spagna, 2002, 105′) IN CONCORSO.
Con: Concha Velasco, Georges Corrafaces, Carlos Fuentes, Mercè Pons
In un afoso pomeriggio, quattordici persone si trovano inaspettatamente coinvolte in eventi che cambieranno per sempre le loro vite. Tutto comincia al Km. Zero di Madrid.
Classico film ad equivoci, grande successo di pubblico in Spagna, dagli stessi autori di Amor de Hombre.
^SMartedì 17 Agosto^s
“VOGLIO SAPERE SULL’AMORE ” di Max Croci (Italia, 2003, 11′)
Sceneggiato da Matteo B. Bianchi e interprtetato da Marina Confalone. Alle prese con oroscopi televisivi dai risvolti imprevedibili.
“GARÇON STUPIDE” di Lionel Baier (Svizzera, 2004, 94′) IN CONCORSO. – Anteprima italiana
Con: Pierre Chatagny, Natacha Koutchoumov, Rui Pedro Alves
Loïc lavora in una fabbrica di cioccolato in un piccolo paesino vicino a Losanna. La sua vita è divisa tra Marie, la sua migliore amica, e gli incontri occasionali in cerca di sesso con uomini sconosciuti. La fine dell’amicizia con Marie sarà uno choc e anche l’inizio di una importante presa di coscienza. Un film insolitamente personale e brutale, tutto basato sulla figura enigmatica di un adolescente, alla dolorosa scoperta di se stesso.
^SMercoledì 18 Agosto^s
“RICK & STEVE THE HAPPIEST GAY COUPLE IN ALL THE WORLD. EPISODE 1: CUM & QUICHE” di Q. Allan Brocka (USA, 1999, 8′)
“RICK & STEVE THE HAPPIEST GAY COUPLE IN ALL THE WORLD. EPISODE 2: SCARY STRAIGHT PEOPLE” di Q. Allan Brocka (USA, 2000, 8′)
Rick e Steve sono la coppia gay più felice al mondo, protagonista di una serie di quattro corti di animazione, diventati famosissimi in tutto il mondo grazie a festival come il Sundance e l’OutFest.
“EATING OUT” di Q. Allan Brocka (USA, 2004, 90′) IN CONCORSO.
Con: Emily Siles, Scott Lunsford, Jim Verraros, Ryan Carnes
Caleb ha un debole per le donne aggressive. Gwen ha un debole per gli uomini gay. Kyle, coinquilino di Caleb, ha un debole per Marc, coinquilino di Gwen. Marc è innamorato perso di Caleb. Insomma, la situazione è davvero esplosiva e da vita ad una commedia degli equivoci divertentissima, con una delle scene di sesso bisex più sexy che si possano ricordare.
Presentato al festival gay di Londra.
^SGiovedì 19 Agosto^s
“RICK & STEVE THE HAPPIEST GAY COUPLE IN ALL THE WORLD. EPISODE 3: POTTY MOUTH TRAINING” di Q. Allan Brocka (USA, 2001, 8′)
“RICK & STEVE THE HAPPIEST GAY COUPLE IN ALL THE WORLD. EPISODE 4: MENAGE A TWAT” di Q. Allan Brocka (USA, 2001, 8′)
Rick e Steve sono la coppia gay più felice al mondo, protagonista di una serie di quattro corti di animazione, diventati famosissimi in tutto il mondo grazie a festival come il Sundance e l’Outfest.
“GOLDFISH MEMORY” di Liz Gill (Irlanda, 2003, 85′) IN CONCORSO.
Con: Sean Campion, Flora Montgomery, Stuart Graham, Jean Butler, Keith McErlean
Dublino è la vera protagonista di questa commedia in cui un gruppo di personaggi cerca il rapporto sentimentale ideale: una giornalista si sposa con una giardiniera, un corriere conquista un cameriere etero, etc. Divertentissima commedia romantica che ha fatto scoprire il talento di Liz Gill, dopo una carriera come assistente alla regia per Martin Scorsese e Todd Haynes. Presentato all’OutFest di Los Angeles.
^Svenerdì 20 Agosto^s
DRIVE OUT CULT: ASPETTANDO LA PREMIAZIONE
“PARIGI O CARA” di Vittorio Caprioli (Italia, 1962, 100′) evento speciale.
Ospite della serata l’interprete Franca Valeri
Con: Vittorio Caprioli, Franca Valeri, Antonio Battistella, Fiorenzo Fiorentini
Il film diventato culto nella comunità gay italiana. Un film che piacerebbe tantissimo a Pedro Almodovar. Avventure e disavventure di Delia (Franca Valeri), che decide di raggiungere suo fratello Claudio (Fiorenzo Fiorentini) a Parigi, ritrovandosi in un mare di guai.
Il film sarà preceduto dal cortometraggio GIALLO SAMBA di Cecilia Pagliarani (Italia, 2003, 14′)
^SSabato 21 Agosto^s
LA DECIMA NOTTE :
· CERIMONIA DI PREMIAZIONE DRIVE OUT 2004
· PROIEZIONE DEL CORTO “VILLAGE PEOPLE”, GIRATO AL GAY VILLAGE DURANTE IL FESTIVAL DAI REGISTI OSPITATI: Q. Allan Brocca (Usa) – Liz Gill (Irlanda) – Lionel Baier (Svizzera)
· FILM A SORPRESA

Leggi   La nostra Jeanne Moreau: libertà, creatività e omosessualità
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...