“CHE STRONZO CHE SONO!”

di

"Ho un caro amico etero che tradisce la moglie, alla quale per gelosia ho scritto una lettera anonima spifferando tutto. Ora ho paura". La Jena conferma: "E' vero,...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
838 0

Caro Fabio,
ho fatto una cosa tremenda e meschina, e adesso ho paura.
Per poterti far comprendere meglio la cosa, devo spiegarti un po’ la mia situazione, che e’ piuttosto complessa. Dunque io sono gay (ma no!…) ma non sono out, e ho parecchi problemi.
In teoria io sarei una persona simpatica, sincera, leale e solare… ma la mia omosessualita’ e i problemi, la solitudine e la depressione causata da questa mi stanno trasformando, mio malgrado, in una persona meschina, cattiva, vendicativa e (mi fa schifo ammetterlo, ma e’ cosi’) GELOSA DELLA FELICITA’ DEGLI ALTRI. Ma adesso immergiamoci nel vivo di questa brutta storia.
Io ho un amico eterosessuale, che chiameremo Beppe, il quale (spero!) non sa che io sono gay. Beppe e’ proprio un caro amico, e lo frequento abbastanza spesso. E’ sposato da un anno con Barbara, che conosco meno e frequento meno. Barbara mi conosce solo di vista.
Dunque: Beppe fa le corna in maniera molto sfacciata a Barbara. Nel tempo libero “sbatte” una ragazza molto carina di nome Giovanna. Non proprio davanti a me, comunque e’ chiaro che hanno una relazione. Beppe non me lo racconta proprio apertamente ma nemmeno me lo nasconde. E perche’ dovrebbe? Mica pensa che io vada a spifferare la cosa alla moglie! Perche’ dovrei?
Io di questa relazione tra Beppe e Giovanna sono segretamente molto geloso. Perche’? Per due motivi. Prima di tutto perche’ un po’ sono segretamente innamorato di Beppe (“e te pareva!”). E poi perche’ mi dico: cavolo! Questo ha una moglie bella e giovane, un matrimonio bello e stabile (cosa che io non potro’ MAI avere perche’ sono frocio) e si puo’ permettere di scopazzare a destra e a manca con Giovanna?
La realta’ e’ che io sono GELOSO e INVIDIOSO. Non vorrei esserlo, ma lo sono. Sono invidioso della FELICITA’ MATRIMONIALE di Beppe e pure della sua scappatella. Barbara non sospetta niente, e anzi il mese prossimo Beppe e Barbara andranno in vacanza insieme. E magari spediranno una cartolina a Giovanna (Barbara pensa che sia una “conoscente” di Beppe).
Ebbene, arriviamo alla cosa brutta. Siediti che e’ un colpo di scena da telenovela!
Ieri sera, stravolto dalla gelosia, ho scritto una LETTERA ANONIMA a Barbara dicendole (piu’ o meno): “Oh, guarda che Beppe ha una relazione con Giovanna!”
Che stronzo che sono! E in che pasticcio mi sono cacciato per invidia della liberta’ e felicita’ di Beppe! Cosa succedera’ adesso? La cosa peggiore che potrebbe succedere (ipotesi da INCUBO) e’ che la prossima volta che vedo Beppe (questo venerdi’) lui mi salti addosso incazzatissimo e mi dica: “Sei stato tuuuuuu!!!!!!” Il mio timore e’ che quando Beppe e Barbara litigheranno per causa della LETTERA, Beppe comincera’ a pensare: ma quante persone conoscono della mia avventuretta con Giovanna? Io ho paura che siano POCHE! Oddio! Beppe scoprira’ che sono stato io a spedire quella letteraccia??
Cosa devo fare?
Aiutami Fabio!
LX

Caro LX, se ti aspettavi una pacca sulla spalla della serie: “ma dai no!… non è niente di grave, non ti preoccupare, l’hai fatto in un momento di rabbia…” hai sbagliato rubrica. Per me il tuo comportamento è veramente deplorevole e non posso che darti dello stronzo!! Dopo averti dato il benvenuto a Lettere alla iena, comincerei però ad analizzare la tua lettera.
Inizierei con lo sfatare un luogo comune detestabile! Mi dici che tu “saresti” una persona buona, leale, solare ma il fatto che tu sia omosessuale ti ha trasformato in un mostro: Basta con queste cazzate!! Il fatto che tu sia gay non giustifica il tuo comportamento. Il carattere di una persona, i suoi comportamenti prescindono dai gusti sessuali. Certo, il modo di agire e di reagire sono strettamente legati al nostro essere (che sia gay o etero poco importa), ma non ne sono la causa né tantomeno devono esserne la scusa! Le persone gelose ed invidiose sono trasversali ai sessi caro mio, quindi non ti nascondere dietro all’altro problema che hai: la tua non completa accettazione. Già… quando mi dici che Beppe è un tuo amico ma che non sa che sei gay, mi chiedo che tipo di amicizia possa esserci con una persona che ignora la tua vera essenza… Chiaramente io parlo di amicizia vera, leale e sincera e non quella di facciata.
Detto questo tu sei liberissimo di non condividere le scelte di Beppe (che nemmeno io condivido per altro) ma sono comunque solo affaracci suoi LX! Tu in quanto “amico” puoi solo parlarci, esprimergli la tua opinione, ma tutto deve finire lì. Il tuo intervento ha solo complicato la situazione; ed ammesso che tu volessi “anche” aprire gli occhi alla moglie, cosa di cui dubito fortemente, sappi che hai ottenuto l’effetto contrario. Aggiungerei che, comunque andranno le cose, Beppe è etero e questa tua geniale trovata non cambierà le cose! Certo, c’è la possibilità che lui si renda conto che l’unico che può avere fatto una cosa del genere sei stato tu e le reazioni possono essere due a parer mio: O ti prende a cazzotti (non dirò che sono meritati perché detesto la violenza…) o sarà talmente meravigliato, deluso e sconvolto che non vorrà nemmeno parlarti per l’ultima volta per chiarire.
I consigli in questo caso sono molto difficili da dare, sai. Per non peggiorare la situazione ti sconsiglierei di passare alla fase “perdono!!!” dove confesseresti tutto; tanto non penso ci crederebbe nessuno e poi, a parte il tuo senso di colpa gigante, non servirebbe a niente e a nessuno. Loro risolveranno i loro problemi come meglio crederanno. Tu per risolvere i tuoi, (che comunque prendo in seria considerazione) penso sarebbe il caso ti facessi aiutare da chi ne sa mooolto più di me e di te, ovvero un’analista.
Non c’è niente di drammatico nel consultare uno specialista LX, ed il fatto che tu abbia già avuto il coraggio di gridare la tua invidia e gelosia, penso sia un segno positivo. La consapevolezza di un problema è già la strada giusta per risolverlo. Chiaramente io ti ho risposto molto seccato – ti avessi avuto accanto a me mentre leggevo la tua lettera, ti avrei dato un assaggio di quei cazzotti di cui sopra…ma ripeto, sono per la non violenza…- ma sono problemi che si posso risolvere e nemmeno in tantissimo tempo. Detto questo ti consiglio di “sparire” un po’ dalla circolazione (meno male ci sono le ferie…) giusto così…per non essere vittima di queste scariche di violenza dovute al gran caldo….
Che dirti? Buone vacanze!
Fabio

di Fabio Canino

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...