CHI HA PAURA DI MARCELLA BELLA?

di

Una Jena amareggiata alla ricerca disperata di donne e uomini di spettacolo che si dichiarino... da Marcella alla Oxa e Renato Zero

1545 0

Cara Jena (ma la possiamo chiamare jeje o jaja che fa molto giornalista alla Lina Sotis?),

Hai veramente messo il dito sulla piaga: che fine ha fatto Marcella Bella? L’unica vera diva italiana degna di essere chiamata tale (a parte forse Raffa)! E basta con quel tortellino della Mina, e basta con la Giorgia. Basta soprattutto con quella asfittica della Oxa. E’ ora di tornare alle montagne verdi. Di respirare un cielo puro!

E’ da circa dieci anni che sono emigrato negli Stati Uniti e sto volentieri boicottando tutta la musica italiana all’estero facendo propaganda solo a Lei:

il casco afro della Trinacria, la profetessa della mantenuta, la barda (o bernarda?) delle relazioni extraconiugali! Eh sì, perché Marcella, dopo un esordio melanonico da emigrante (montagne verdi) e i primi palpiti adolescenziali (Sole che nasce, sole che muore – che, ricordo, aver visto al Disco per l’Estate molto tempo fa ed esser stato folgorato da Lei, il suo accento, i pantaloni a zampa poi soppiantati dai tailleurini della sartina di Palermo…); dunque, lei ha passato la carriera a cantare canzoni di donne che erano le altre, le amanti, le abbandonate, ma soprattutto le assatanate ninfomani! "Lei e’ signora, io donna liberaaaaa" canta in ‘Nessuno mai’. "La mia mente è chiara, ma a volte è piu’ forte il sessooo" oppure: "violentami, violentami, violentami….MIAO!!!" . E poi così internazionale, diretta al pubblico anglosassone col binomio gatta (pussy) e vagina (pussy).

Il mio fidanzato, americano, parla malissimo l’italiano ma in compenso sa a memoria i testi di Marcella Bela (come dice lui…) tanto che (lui fa il direttore d’orchestra) vorrebbe fare l’edizione italiana di Evita con la Marcella nel ruolo che appartenne a degne colleghe tipo Patti Lupone e…Madonna (anche se Marcella è meglio, tie’). Le ultime notizie su Marcella me la davano su un volo Air One da Olbia a Milano (anch’io ho le mie fonti…).

Ma ti prego, lanciamo un sondaggio, facciamo un appello, una caccia al tesoro con in palio un viaggio a Rio de Janeiro, un referendum… ma abbiamo bisogno della Marcella.

Magari potrebbe fare un disco con Paola e Chiara… Cosa ne pensi?

MM

New York

Carissimo MM….innanzitutto vorrei fare un commento sul tuo cognome che secondo me è a livello (se non superiore..) di quello di Marcella!

Ma tralasciamo, ed andiamo invece subito a "dibattere" l’argomento che tu mi proponi. Vorrei spiegare, a chi non avesse seguito le puntate precedenti, che il mio appello pro Marcella veniva fatto nella mia lettera alla jena da Sanremo (andatevela a leggere please!).

Ora la cose che mi hanno spinto a tornare su un argomento di tale portata culturale sono due:

– il primo è che la lettera arriva da New York (a Lina Sotis arrivano massimo da Gallarate…tiè!!!)

– il secondo è che chi scrive lavora per una grande Maison di Moda Italiana e spero che pubblicandogli la lettera, un giorno possa ricordarsi di me e regalarmi qualcosa… o no… non sono ruffiano figuriamoci…!! Ma torniamo alla lettera.

Tu mi parli di Marcella, ma cantanti spariti, che hanno dato tanto a tutti noi anche in termini di look sono tantissimi!

Pensa che nel mio spettacolo (FIESTA ndr) cito Viola Valentino, e voilà, proprio sulle pagine di Gay.it leggo che si candida come testimonial del Gaypride di Milano. Lo so cosa vorresti dire tu da New York: che da voi al Gaypride si presentano cantanti di altissimo livello come W. Houston, Mariah Carey ecc. Ma non spererai davvero che in Italia cantanti che devono la loro fortuna in gran parte ai gay, prendano posizione e si esibiscano ad una manifestazione come il Gay Pride? Ma per carità!

Patty Pravo dici? Mai! Piuttosto si ricicla come cantante simbolo di Forza Nuova (noto movimento pseudo politico non proprio a favore dei gay).

Renato Zero che fine ha fatto mi chiedi? Ma lui non ha mai detto di essere gay, che orrore! Quello scherza, si veste così per far spettacolo, che hai capito? No, no! Addirittura adesso canta canzoni tipo Ave Maria e si vocifera che sia in odore di Santità… Sembra che un sorcino (tipico fan di Zero ) di Posillipo sia ritornato etero dopo aver ascoltato una canzone di Zero dal titolo "La pace sia con te"..!

No caro MM, voi là in America siete troppo spudorati scandalosi e poco furbi: qua in Italia non esistono personaggi del mondo dello spettacolo gay! Ma sei pazzo? Tutti eterosessuali convinti! Solo Leo Gullotta, e nel mio piccolo, io (ma mi sto curando).

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...