CINEMA: COMMEDIA MON AMOUR

di

Le uscite nelle sale del weekend. Sentimenti in "Alex & Emma" di Rob Reiner, 'cappa e spada' nel "Tulipano d'oro", risate nel francese "Ah, se fossi ricco" e...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1121 0

E’ l’ora della commedia sentimentale: sarà l’avvicinarsi del Natale, sarà il voler sfuggire per un centinaio di minuti al tam tam funereo dei necrologi della guerra, sarà che è un genere che in realtà non ha mai conosciuto crisi. Comunque era da tempo che non aveva così successo in Italia. Il film collettivo Love Actually di Richard Curtis con Hugh Grant e una variegata manciata di star ha incassato in una settimana quasi due milioni e mezzo di euro, gli italiani invadono le sale con commedie spesso qualunquiste (Virzì, Morricone, Rubini), anche questa settimana abbondano le uscite di nuove e zuccherose love comedies.

Un esperto del genere, il Rob Reiner di Harry, ti presento Sally torna sui suoi passi con Alex & Emma, storia romantica di uno scrittore in crisi con debiti di gioco che ha un mese per finire un romanzo ma non ha il computer: assume Emma, brillante stenografa che contesta continuamente le sue idee e chi gli farà vivere in prima persona il libro che sta scrivendo. I protagonisti sono giovani, carini e lanciatissimi sulla scena hollywoodiana grazie anche a un pedigree non da poco: il tenebroso Luke Wilson dei Tenenbaum (fratello di Owen) e quella peperina glamour di Kate Hudson, figlia di Goldie Hawn.

Chi preferisce i film in costume ma sempre in odor di romanticherie può scegliere Il tulipano d’oro, remake dello storico cappa e spada Fanfan la Tulipe con una Penelope Cruz mignon nel ruolo di Gina Lollobrigida e Vincent Perez in quelli del magnetico Gérard Philippe. Ogni paragone sarà superfluo: a Cannes, dove il film d’avventura ha inaugurato il festival, è stato accolto freddamente e la futura Lady Cruise ha puntualizzato le differenze rispetto all’originale: «Il nostro è tutta un’altra cosa. Più scatenato. E’ avventura pura e nel contempo musical, con la danza sostituita da duelli, combattimenti e acrobazie varie».

Altra variante sempre sul versante sentimentale, la commedia francese Ah! se fossi ricco di Michel Munz e Gérard Bitton con Jean-Pierre Darroussin nei panni di un rappresentante di prodotti per capelli che ha appena scoperto che la moglie lo tradisce e vuole divorziare ma dopo una vincita al lotto di 10 milioni di euro si inventa una doppia vita da povero/ricco. Nei panni della consorte divorzianda la torinese Valeria Bruni Tedeschi.

Uno scambio di identità è invece lo spunto dell’americano Freaky Friday di Mark Waters: due magici biscotti della fortuna fanno scambiare le vite di una madre e di una figlia che si detestano, una comicissima Jamie Lee Curtis e la rivelazione Lindsay Lohan.

In alternativa, un genere opposto: il remake di un classico horror del 1974, Non aprite quella porta di Marcus Nispel ovvero The Texas Chainsaw Massacre, gran ritorno del serial killer con maschera di pelle che si accanisce su un gruppo di cinque ragazzi (l’originale aveva già avuto altri 3 seguiti, dell’86, 90 e 94).

Per i cinefili più intransigenti e raffinati il nuovo Chen Kaige (Addio mia concubina) ovvero Together With You su un violinista cinese tredicenne iniziato al sesso dalla vicina di casa e condizionato dal terribile segreto che gli rivela un suo professore.

Oppure Da quando Otar è partito di Julie Bertuccelli, vincitore a Cannes della Settimana della Critica, su tre donne che abitano nella Georgia postsovietica e attendono con ansia il ritorno dell’uomo di casa, Otar.

Leggi   La diversità sessuale protagonista del BFI Flare Film Festival

Per avere la programmazione di un qualsiasi film in tutta Italia non dimenticatevi del nuovo servizio TrovaCinema che trovate su Gay.it in Mondo Cinema, attivo in qualsiasi momento della giornata e costantemente aggiornato.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...