CREDEVO FOSSE UN ANGELO…

di

"Lo hanno licenziato, e non lo riconosco più. Mi offende, dice che sono effeminato. Cosa devo fare?".

1121 0

Carissimo Fabio,

Mi decido a scriverti in un momento in cui (finalmente!) sono solo in casa. Il mio Lui, Angelo, è finalmente uscito a comprare le sigarette! se scoprisse che confido i miei problemi ad uno sconosciuto, veramente mi lascerebbe!

Ma veniamo al vero motivo della mia lettera.

Sono infelice! o perlomeno non sono felice del tutto, ecco meglio così!…

Se nove mesi fa mi avessero detto che oggi mi sarei ritrovato qui a scrivere questo non ci avrei creduto!! Tutto è iniziato quando un anno fa ho conosciuto Angelo. All’inizio pensavo (e voglio crederlo ancora!!) che fosse l’uomo della mia vita! Un ragazzo intelligente, divertente e soprattutto innamorato di me! Lui dirigente in una piccola azienda di prodotti dietetici, io correttore di bozze per una casa editrice milanese; insomma anche economicamente senza grandi divari. Prime vacanze insieme quest’estate. Decidiamo, al ritorno a Milano, di andare a vivere insieme, insomma il non plus ultra!!!

Poi iniziano i problemi. A fine settembre un grande scazzo di Angelo con il suo capo, lo costringe alle dimissioni e purtroppo fino a fine marzo non lavorerà. Solo in quella data, difatti, si libererà un posto in un’altra azienda dove è molto stimato.

Il fatto è che dal quel maledetto giorno del suo licenziamento, è molto cambiato. Sarà perché si trova giornate intere senza niente da fare, sarà perchè invece io che lavoro da casa, di cose ne ho da fare e molte!

Così si è messo a criticare tutto quello che faccio: rispondo "troppo frocio" al telefono, uso la tastiera del computer "come se fossi la cassiera di un supermercato", non so cucinare niente e se non ci fosse lui moriremmo di fame. Ma l’ultima cosa, quella che veramente mi ha fatto arrabbiare, è che ha criticato le mie piante: dice che passo troppo tempo a curarle, annaffiarle ecc ecc. insomma dice che gli ricordo sua Nonna!! ma che vuol dire? che sta succedendo?!

Io lo amo ma non so se resisterò molto a queste sue continue offese!! Che devo fare?

Un Ariete disperato

Carissimo Ariete disperato,

aspettavo da tempo che qualcuna delle lettere che mi arrivano fossero firmate con il segno zodiacale e soprattutto che fossero di qualcuno con problemi di cuore!! Ti adoro! Mi hai reso la persona più felice al mondo! Fa cosi… "ditelo a Fabio" oppure "il cuore ha sempre ragione"..insomma una rubrica per affari di cuore…come nella migliore tradizione!!

Ma veniamo al nocciolo della questione mio bell’ariete disperato.

Io non credo ci sia da preoccuparsi. Credo che Angelo (per il momento molto di nome e poco di fatto..se permetti..) stia passando un periodo difficile a causa del suo licenziamento come ben capirai, e visto che tu sei la persona più vicina, chiaramente si sfoga su di te di tutte le sue frustrazioni e incazzature. Evidentemente è arrabbiato solo con se stesso, ma non potendo offendersi o schiaffeggiarsi se la rifà con te che invece continui a vivere la tua vita regolare e serena…almeno spero..!

Ora però, sinceramente non so come tu possa rispondere al telefono (troppo frocio?), come rispondevi prima che lui venisse licenziato: con un imbuto davanti alla bocca? avevi per caso un distorsore della voce? mah.. forse non si era accorto del tuo tono perchè aveva di meglio da fare, che pretenderebbe? che tu andassi ad un corso di vocalizzi tenuto da Adriano Pappalardo!?

Tralasciamo il suo commento al tuo uso della tastiera del Pc anche perchè le cassiere dei supermercati sono miei idoli, e poi non capisco che cazzo possa fregare a lui come uno digita sul suo computer!

Sono invece molto colpito dalla gelosia che ha nei riguardi delle tue piante: ma è pazzo ? sei sicuro di conoscerlo bene?..sembra quasi che ti voglia "rieducare", toglierti tutto quello che di più gay c’è in te..con questo non voglio assolutamente dire che tutti i gay amano le piante, usano il Pc stranamente ecc ecc (è bene precisare, non si sa mai..) ma sembrerebbe che quasi si vergogna dei tuoi modi di fare…. dei tuoi hobbies. Come vive la sua omosessualità? bene? è risolto? dove lavorava sapevano di lui o credevano che fosse il playboy dell’ufficio? anche questo conta sai…

Tu dovresti riuscire ad avere pazienza (se lo ami davvero) almeno fino al nuovo impiego. Se però queste sue continue cazzate (che sinceramente credo siano solo una richiesta di più attenzione nei suoi confronti) dovessero continuare anche dopo che ha ripreso la sua vita regolare..beh allora forse…hai fatto un passo un pò avventato ad andare a vivere insieme a lui solo dopo pochi mesi che vi eravate conosciuti..(per la verità io lo penso comunque..che lui rinsavisca o che resti a paragonarti con sua nonna) . Bisogna conoscersi bene per vivere con qualcuno (amanti o no), non vorrei che una mattina ti svegliassi e trovassi le tue piante "strozzate" con il filo del telefono dal quale parli troppo "frocio"!!! oppure che ti obblighi a digitare sul tuo pc con un martello per renderti più macho!!

Leggi   Fabio Canino: "La radio, l'amore, i gay in Tv e l'omofobia che combatto con il vino"

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...