Da “The master” a “Buon anno Sarajevo” : Epifania al cinema

di

Il nuovo lavoro del visionario Paul Thomas Anderson premiato al Lido sul fondatore di una setta e un suo adepto ma anche Tom Cruise in "Jack Reacher", il...

2117 0

Anche se, come a Natale, non ci sono titoli espressamente rivolti a un pubblico lgbt, sono diverse e interessanti le proposte cinematografiche per l’Epifania. Da non perdere assolutamente il nuovo lavoro del visionario Paul Thomas Anderson ("Magnolia") che a Venezia ha vinto la Coppa Volpi per le migliori interpretazioni maschili e il Leone d’Argento alla regia: si tratta di "The Master" ed è stato definito dal regista stesso “una storia d’amore, tra due persone attratte irresistibilmente l’una dall’altra. Ogni volta che giro un film nuovo penso di fare qualcosa di diverso da prima, ma alla fine mi accorgo di trattare sempre gli stessi temi e in modo particolare l’amore, che sia amore filiale o qualcosa d’altro”.

Siamo negli anni cinquanta e il Maestro del titolo, interpretato da Philip Seymour Hoffman, è Lancaster Dodd, il leader carismatico di una setta di stampo religioso, dalle finalità piuttosto improvvisate e confuse, che gira l’America approfittando del sostegno e dell’ospitalità dei suoi adepti. Un giorno conosce Freddie (Joaquin Phoenix), marinaio veterano della Seconda Guerra Mondiale, alcolizzato e violento, e tra i due nasce una forte relazione di reciproca interdipendenza.

Ma quando il culto inizia a conquistare credibilità fra la gente, il disturbato Freddie si ritrova a mettere in discussione il Maestro e il suo credo. Ispirato alla nascita di Scientology e all’ascesa del suo fondatore Ron Hubbard, "The Master" ha ricevuto tre nominations ai Golden Globes per i due attori e per Amy Adams che interpreta il ruolo di Peggy, la moglie di Lancaster.

Desta curiosità il nuovo film di Tornatore, un giallo ambientato nel mondo delle case d’aste. "La migliore offerta" vede Geoffrey Rush ("Shine") nei panni di Virgil Oldman, geniale ed eccentrico esperto d’arte noto in tutto il mondo, che vede la sua vita sconvolta da una donna misteriosa dopo aver effettuato una valutazione nella sua villa. Già in "Una pura formalità", pur essendo considerato un titolo minore nella sua filmografia, il regista siciliano aveva dato prova di talento per il genere thriller e il trailer di "La migliore offerta" promette davvero bene.

Chi ama l’action non si perda "Jack Reacher – la prova decisiva" tratto dal romanzo di Lee Child "One Shot" e ambientato a Pittsburgh, in Pennsylvania. Tom Cruise impersona il Jack Reacher del titolo, un ex ufficiale della polizia militare americana che viene chiamato in causa da un cecchino accusato di aver ucciso cinque persone in una cittadina del Midwest. Costui si proclama innocente e sostiene che solamente Reacher può aiutarlo a trovare il vero responsabile della strage.

Dirige Christopher McQuarrie, blasonato sceneggiatore de "I soliti sospetti", e nel cast ritroviamo anche Robert Duvall, Richard Jenkins, Werner Herzog e Rosamund Pike.

Il film d’autore per i cinefili più esigenti è invece il drammatico "Buon Anno Sarajevo" di Aida Begic sul complesso rapporto tra due fratelli orfani della guerra bosniaca: la ventitreenne Rahima, fortemente legata alla religione islamica, e il fratello quattordicenne Nedim. Costui si scontra a scuola con il figlio di un potente ministro a cui spacca un telefonino: in seguito a questo incidente che Rahima cerca di risolvere amichevolmente, lei scopre che il fratellino conduce una doppia vita.

"Buon Anno Sarajevo" era stato presentato nella sezione Un certain regard del Festival di Cannes dove era stato accolto piuttosto favorevolmente.

Leggi   Torino, rischio chiusura per lo storico festival LGBT Lovers?
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...