Ecco i cine-dvd queer di Natale

di

In tempi di crisi, un regalo come il film in dvd può essere la soluzione migliore. Ecco alcuni consigli: dai cowgays di Ang Lee in versione integrale e...

706 0

I segreti di Brokeback Mountain di Ang Lee

Per rifarci delle vergognose telecensure di Raidue, niente di meglio che questa versione deluxe in due dvd in cui non solo si può vedere quante volte si vuole, integralmente, la storia d’amore country-gay più appassionante degli ultimi anni ma soprattutto scoprire, nei corposi extra, inedite interviste al regista Ang Lee e a Jake Gyllenhaal, vari trailer e spot cinematografici.

Ideale per: romantici inguaribili o genitori reduci dal recente coming out del figlio.

Etichetta: Bim.

Splendori e miserie di Madame Royale di Vittorio Caprioli

Un memorabile cult del 1970 con un ottimo Tognazzi nei pittoreschi panni di Alessio, un ex boy della Wandissima che, per sfuggire alla quotidianità di mesto corniciaio, il sabato sera organizza colorate feste in cui sfoggia divine mises da aristocratica senza tempo, la Madame Royale del titolo, imperante su uno scranno regale. Ma quando la figliastra finisce nei guai, Alessio diventa il confidente di un commissario poco raccomandabile. Pura estasi camp un ineffabile Vittorio Caprioli, oltre che regista, rigenerato nell’orientaleggiante ‘Bambola di Pechino’. Negli extra -passabili ma nulla più – c’è un’intervista di nove minuti allo sceneggiatore Enrico Medioli.

Ideale per: nostalgici cinefili o quell’amico un po’ scheccante tra gli ‘anta’ e gli ‘ento’.

Etichetta: Minerva.

Riparo di Marco Simon Puccioni

Uno dei migliori film lgbt dell’anno, diretto da un talento in erba tutto nostrano: non solo un’intensa storia d’amore saffica ma anche una profonda riflessione sulla questione dell’integrazione razziale (e sessuale) in un nord-est narcotizzato da un benessere economico quanto mai apparente e illusorio. Tra le curiosità dei ricchi extra, un finale alternativo e un’intervista al regista realizzata a New York.

Ideale per: la coppia di amiche lesbo o il superfan di cinema italiano contemporaneo.

Etichetta: 01.

Notti selvagge di Cyril Collard

Uno dei più emblematici film sull’Aids degli anni ’90, caduto (purtroppo) un po’ nel dimenticatoio. Adrenalinico e non rassegnato, racconta la storia autobiografica del regista bisex, Cyril Collard, e delle sue passioni irrinunciabili: realizzare video, avere rapporti anonimi sotto i ponti della Senna, amare il giocatore di rugby sadomasochista Samy e la diciassettenne Laura. Collard morì quattro giorni prima di ricevere altrettanti premi César per questo suo testamento filmato. Una pellicola ridondante in tutto, narcisistica e incontrollata ma molto interessante proprio per questa sua vitalità non domata. Allegato al dvd c’è un libretto di 16 pagine con approfondimenti a cura di Gabriella Lucantonio.

Ideale per: l’amico (o amante) bisex oppure chi ama il cinema francese d’autore.

Etichetta: Rarovideo.

Savage Grace di Tom Kalin

Il film non è niente di che, un algido melò con svolta incestuosa ai confini del ridicolo, ma chi ama alla follia Julianne Moore non può non vederlo. La rossa naturale più bella e brava di Hollywood si trasforma questa volta nella parvenue Barbara Daly in Brooks, realmente esistita e moglie di un magnate della bachelite legatissima al figlio che vuole ‘guarire’ dall’omosessualità insegnandogli personalmente le tecniche (etero!) di seduzione… Praticamente assenti gli extra (c’è solo il trailer).

Ideale per: chi stravede per Julianne Moore o la mamma troppo possessiva.

Etichetta: Bim/01.

La rabbia di Pier Paolo Pasolini e Giovannino Guareschi

Un document(ari)o importante che finalmente esce nella sua edizione originale – al cinema, recentemente, si è vista solo la parte pasoliniana- grazie a un meticoloso lavoro di restauro della Cineteca di Bologna. Una doppia visione del mondo contemporaneo di allora (il funerale di De Gasperi, la guerra in Corea, la nascita della tv, ecc.) per un polemico saggio ideologico ‘visto da destra e da sinistra’. Ottimi gli extra: un documentario di un’ora e cinque minuti firmato da Tatti Sanguineti dal titolo ‘La rabbia, La rabbia II, La rabbia III… L’Arabia’ e i trailer originali.

Leggi   Colton Haynes contro l'omofobia di Hollywood: "Ruoli da macho? Ci scartano a priori"

Ideale per: i pasoliniani doc o l’amico di destra.

Etichetta: Rarovideo.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...