ERA AMORE O SESSO?

di

Un lettore col cuore a pezzi: il suo ragazzo ha voluto fare sesso a tre, poi lo ha lasciato. E la jena: "La convinzione che il terzo uomo...

769 0

Ciao Fabio

Ho letto alcune lettere,ad esempio "innamorarsi e di chi ?".

Non l’ho letta tutta, mi son bastate poche parole. Hai ragione, è paradossale il fatto che tutti abbian voglia di amare ma poi….

Forse il semplice fatto è che tutti vorrebbero l’amore che dipingono nei propri sogni….beh l’amore è diverso da un sogno, l’amore è realtà, e non ci si innamora mai di quell’uomo o quel ragazzo che compare nei tuoi sogni. Quante volte mi son detto basta: troppe. Non frequentavo. Ho iniziato a frequentare un minimo. Ho conosciuto un ragazzo, ci siamo innamorati. Io ci credo. E’ finita, o sta finendo.

Allora mi chiedo: che senso ha non frequentare se poi le persone che si conoscono non sanno essere vere fino in fondo? è questo il problema. Sapersi accettare, saper essere veri, anche a costo di non piacere più, di perdere chi ti interessa. Saper affrontare le proprie responsabilità. Saper dire di no a una scopata facile, anche quando chi ami ti lascia a te stesso e non ti risponde ai messaggi o al telefono. E’ questo che conta. Saper rinunciare, saper soffrire un poco di più per amarsi di più.

Ho il cuore a pezzi. Ho accettato di vedere il mio ragazzo scopare con un altro. Stavo malissimo. Ho dovuto fingere che mi piaceva.

Ho dovuto fare anche io del sesso orale e basta x fortuna. Il giorno dopo ero con lui. Pensavo solo a lui, come da quando lo conosco.

Anche lui è innamorato di me, lo so. Ma adesso scappa. Io vorrei inseguirlo ma non voglio stressarlo oltre.

Ho sbagliato. Ho sbagliato xchè lo amo e l’ho fatto ingelosire. Ho sbagliato xchè penso sempre di star male solo io. Ecco cosa sbagliamo tutti. Pensiamo sempre di essere gli unici a star male e quando succede il più delle volte ci diciamo "ma chi me lo fa fare…" e così finisce tutto. Finisce il sogno. Finisce la realtà. Si resta di nuovo soli. Soli, ma con chi ami nel cuore.

Alex.

Alex mio, che tenerezza! devi essere proprio abbattuto eh?…

Devo dire con molta semplicità che il tuo stato d’animo un po’ confuso "s’intuisce" anche dalla lettera. Non tutto è chiarissimo. Ma ci capiamo io e te. L’enorme difficoltà a vivere una storia come Dio comanda, traspare dalle tue amare parole, eccome se traspare!!

Sono perfettamente d’accordo sul fatto che spesso sognamo (io sempre!) una storia da manuale. Una soap opera! di quelle con il lieto fine, però. Effettivamente la realtà è diversa, se non altro nelle dinamiche. Tu cerchi i motivi per i quali la storia non funziona. Purtroppo siamo tentati di credere che l’altra persona reagirà, parlerà come noi faremmo o, perlomeno, come noi nel nostro "film" abbiamo deciso che debba essere. Purtroppo non sempre è così! Ognuno di noi ha una testa, un passato, dell’esperienze che ci hanno formato e alle quali, in qualche modo dobbiamo render conto. Mi dici che non frequentavi (immagino tu intenda locali ed affini) che poi hai iniziato a frequentare, hai conosciuto un ragazzo con il quale adesso ti stai lasciando e dai la colpa di questa rottura ai locali e a chi li frequenta? Ma Alex, se non frequentavi, nemmeno lo conoscevi questo tizio, no? Mi dici che è giusto (e fondamentale se permetti!) essere se stessi, a costo di non piacere agli altri ma di piacere a se stessi: verissimo! Ma questa cosa penso tu l’abbia imparata solamente dopo che, per fare contento il tuo ragazzo, siete andati a letto in tre…altrimenti predichi bene e razzoli male, non trovi?

Questo argomento (l’apertura delle coppie ad altre esperienze) io lo vedo molto lontano dalla mia esperienza e dal mio modo di intendere una coppia. Conosco persone però che mi assicurano che può aiutare. Ma tu, succube Alex, non eri convinto per niente, e questo ti ha aiutato solo a far scendere la tua autostima ed il tuo morale, già compromesso. Vorrei aggiungere, comunque, che spesso in queste "coppie aperte" la convinzione che il terzo uomo (non in senso calcistico…) faccia bene al mènage, resta solamente da parte di uno dei due. L’altro di solito, è costretto ad accettare, alla faccia delle scelte fatte insieme. Aggiungi che sei convinto che lui ti ami ancora. Alex…ne sei veramente convinto?o è l’ultima disperata speranza? Ti avrebbe lasciato perché lo hai fatto ingelosire: Scusa ma non è lui che ha proposto il terzo incomodo??! o sono diventato pazzo io??!! E’ umano credere che si sia gli unici a soffrire. Sappiamo però che non è vero. Solo che a volte neanche la sofferenza coincide con quella della persona amata. Neanche quella! e allora si, il sogno finisce. Ma la realtà no, caro Alex, quella no! Non dire "ma chi me lo ha fatto fare". Non fare come me (e qui sono serio, serissimo) Non avere paura di innamorarti, e poi di soffrire, tanto da non provarci più. Buttati nella mischia Alex! Prendila più con filosofia. Del resto, come diceva qualcuno, l’amore è eterno. Finché dura.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...