Farinetti vince il premio Via Po e gira un doc gay

di

Lo scrittore braidese Gianni Farinetti conquista il riconoscimento letterario riservato ad autori piemontesi e racconta del documentario gay sul F.U.O.R.I.! che girerà quest'estate.

915 0

Torino – Lo scrittore braidese Gianni Farinetti, con il romanzo ‘Il segreto tra di noi’ (Mondadori), incentrato sulle vicende della famiglia langarola dei Valetto, ha vinto la decima edizione del Premio Letterario via Po riservato ad autori piemontesi. Si è classificata seconda Benedetta Cibrario con ‘Rossovermiglio’ (Feltrinelli), già premio Campiello 2008, e terzo Andrea Bajani con Se consideri le colpe (Einaudi).

«È una grande gioia» ci spiega Farinetti. «Mi sono trovato a gareggiare con ottimi finalisti, autori di romanzi d’alta qualità. È un premio di grande prestigio anche perché la giuria è popolare e composta da centinaia di membri che scelgono tra sei finalisti selezionati da un comitato di lettura composto dagli scrittori Margherita Oggero, Sergio Pent e Piero Soria. Tra i miei prossimi progetti c’è un documentario gay di cui sarò il regista: nel 2011 si festeggeranno quarant’anni dalla fondazione del F.U.O.R.I.! (Fronte Unito Omosessuali Rivoluzionari Italiani, ndr) da parte di Angelo Pezzana, Enzo Francone e Marco Silombria. Nel 1982 il F.U.O.R.I.! si è trasformato in una sua emanazione culturale, la Fondazione Sandro Penna, con la segreteria di Enzo Cucco, che produrrà questo documentario insieme alla Baby Doc e grazie al sostegno della Piemonte Film Commission e della Regione Piemonte. Gireremo quest’estate. Durerà circa 80 minuti e ci saranno interviste a personaggi anche internazionali e vario materiale d’archivio come filmati e fotografie inedite».

Leggi   Torna Some Prefer Cake, il festival lesbico bolognese dedicato alla sua ideatrice Luki Massa
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...