GF2: GIORNO 85

di

Stasera eliminazioni: lettera ad Alessandro

819 0

Caro Alessandro,

oggi voglio rivolgermi a te. E lo voglio fare in maniera sincera. Stasera, secondo tutti i pronostici, uscirai dalla casa del Grande Fratello.

Sono mesi che ti seguiamo, a volte con ammirazione – a qualcuno appari piuttosto attraente… – a volte spiacevolmente colpiti dai tuoi commenti omofobi, altre volte infastiditi dai tuoi atteggiamenti da ragazzo "bene" dell’alta borghesia partenopea. Ci è capitato di osservarti sforzandoci di trovarti simpatico, anche quando tutti intorno a noi ti criticavano. Abbiamo sperato che i tuoi atteggiamenti equivoci potessero sfociare, prima o poi, in uno spettacolare coming-out, qualcosa che potesse portare la comunità omosessuale sotto i riflettori. Poi abbiamo anche pensato che se dovevamo affidarci a te per questo, meglio restare nell’"armadio"…

Sei stato – questo lo possiamo dire senza dubbio – il personaggio più chiacchierato e discusso di questa noiosa edizione del Grande Fratello, dal quale abbiamo sperato di vedere ciò che in realtà non era lecito aspettarsi. Ieri, durante il diario del GF, abbiamo visto il tuo provino, dove tu affermavi con l’aria da "guappo" che la carriera nel mondo dello spettacolo non ti interessava per niente e che eri lì solo per vedere se c’erano delle belle ragazze. E’ quindi evidente che non faresti di tutto per andare sotto i riflettori, figuriamoci un coming-out!

Ma per quello che riguarda le belle ragazze, resta da capire come mai non hai approfittato della stretta relazione che si era creata con Mascia… Magari ce lo spiegherai stasera, eh?

Ti abbiamo attaccato, Alessandro, abbiamo fatto illazioni sulla tua vita privata, abbiamo scrutato ogni tuo atteggiamento alla ricerca di un segnale che ci potesse dare ad intendere qualcosa: non ce ne pentiamo, né tanto meno ce ne vogliamo scusare. In fin dei conti sei tu che l’hai voluto. Forse in maniera non del tutto consapevole, ma sei stato innegabilmente tu stesso a utilizzare queste strategie per attirare su di te l’attenzione. Ora ne affronterai le conseguenze: non so quanta parte del pubblico ti sarà favorevole. L’unico augurio che possiamo farci è che questa esperienza, con tutti i carichi di illazioni che ti si scarica addosso, possa portarti a mutare le tue irrazionali posizioni riguardo ai rapporti tra gli uomini, e che la tua omofobia – che sia quella interiorizzata di chi non riesce ad ammettere la propria omosessualità, o quella fascista di chi non ammette chi è diverso da lui – faccia spazio a una visione più aperta e tollerante della realtà.

Questo te lo auguriamo, non solo perché ci interessa costruire una società più matura, ma anche perché lo consideriamo una condizione imprescindibile perché anche tu stesso possa vivere una vita più serena.

Arrivederci a presto.

Leggi   Corinne Cléry: "Io, il GF, Giulia, Serena e l'omosessualità di Tonon"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...