GF4: GIORNO 78

di

Se nella casa del Grande Fratello si litiga fino alle lacrime, le cose vanno meglio nella Fattoria, anche se spuntano le prime lamentele e certe "sospette" complicità notturne.

Brutta serata per la povera Serena che è scoppiata in lacrime per delle dure accuse lanciatele da un Tommaso che non avevamo mai visto così incattivito. Il tutto nasce da una domanda idiota della idiota Carolina che ha chiesto a Tommy chi, a suo parere, era il più furbo tra gli abitanti della Casa. E Tommy ha prontamente fatto il nome di Serena argomentando senza mezzi termini la sua scelta: «Serena è una grande “paracula” che si sa vendere bene; non vuole solo vincere, ma addirittura vuole la residenza». La replica di Tinky Winky non si è fatta attendere; la ragazza ha cercato di spiegare che il suo comportamento non ha secondi fini come la vittoria, ma comportarsi così è per lei del tutto naturale. Allora Tommy, non contento del veleno che aveva appena sputato, ha rincarato la dose: «Con la storia della “favola che non può e non deve finire così” hai rotto le scatole. Tutte quelle canzoncine sono ridicole, per non parlare del tuo parlare e muoverti come un cartone animato. Di sicuro a me non la dai a bere». La povera Serena non ha retto. Accusata di essere falsa e opportunista da colui che quasi aveva venerato, si è abbandonata ad un pianto fragoroso. Ma attenzione, Tommaso ha continuato imperterrito ad insultarla.

«Ti faccio notare – ha detto il dj alla ragazza – che, se non ho esposto prima queste mie convinzioni, è solo perché volevo conoscerti meglio prima di dare un giudizio. A me serve del tempo per poter trarre conclusioni e per dare un minimo di confidenza, a differenza di te che, dopo due giorni, hai spiattellato a tutti la tua sfigata storia d’amore e da lì in poi non hai fatto altro che piangerti addosso». La povera Serena non ce l’ha più fatta ed è corsa in camera seguita da Carolina e Katia.
Purtroppo Tommaso ha trovato la comprensione di Bruno – ma d’altra parte è un burino – e di Ascanio, anche se quest’ultimo non sembrava proprio convinto al 100%. Per fortuna che almeno Patrick si è chiaramente dimostrato solidale con Tinky Winky. Insomma, un brutto episodio grazie al quale, però, abbiamo scoperto un lato di Tommaso che ci piace poco e che forse spiega perché il ragazzo possa essere così in sintonia con Carolina.
Se a Cinecittà è andato in scena un litigio in grande stile, le cose sembrano andare meglio – per ora – per quello stuolo di vip catapultati in una Fattoria del 1870. La più battagliera si è subito dimostrata Flavia Vento, forse con l’intento di far dimenticare al pubblico quella sua aria da gattamorta che l’ha caratterizzata fin dai tempi in cui Teo Mammuccari la teneva rinchiusa sotto il tavolo della trasmissione Libero. Alla ragazza sembra non sfuggire nulla.

Prima si è lamentata a gran voce per l’assenza di un bagno all’interno del casolare – forse non sa che i bagni nelle case non erano proprio così diffusi nell’Ottocento – poi ha insediato con mille domande il Fattore di turno (Milton) affinché chiarisse bene la divisione dei compiti, soprattutto quello di lavare i piatti che tanto spaventa le donne della casa, soprattutto perché sono tanti e l’acqua è gelida.
Non si può non spendere qualche parola sulla prima notte che i vip hanno passato nella Fattoria. Il nostro caro Solange non ha chiuso bocca fino alle tre di notte, Roberto Da Crema non ha fatto altro che russare, Flavia Vento è uscita più volte all’esterno per fare la pipì. Ma i momenti più belli si sono consumati nella camera del fattore Milton che ha voluto accanto a sé l’ex pornodiva Selen. I due hanno scherzato parecchio su come condividere il letto e la complicità fra i due ci è sembrata “sospetta”. Forse ci dovremo aspettare qualcosa di piccante per le prossime notti. Non resta che tenere gli occhi ben aperti.

di Simone Michelucci

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...