HANNIBAL, UN CANNIBALE A FIRENZE

di

Anthony Hopkins, Julianne Moore e Ridley Scott sono arrivati sulle rive dell'Arno. Per girare la parte fiorentina di "Hannibal", l'attesissimo sequel del "Silenzio degli innocenti". La troupe resterà...

Un cannibale, un tremendo assassino si aggira sulle rive dell’Arno. E’ Hannibal Lecter, il terribile serial killer del “Silenzio degli Innocenti”. Insieme a lui, che ha ancora la faccia di Anthony Hopkins, il regista Ridley Scott e la bella Julianne Moore, che ha preso il posto di Jodie Foster e interpreta l’investigatrice dell’Fbi Clarice Sterling nel sequel “Hannibal”, che il resista sta girando a Firenze per la parte che lo scrittore Thomas Harris ha voluto ambientare in Toscana. La Toscana va molto di moda negli States, era inevitabile che anche l’horror approdasse sulle rive dell’Arno: la troupe promette di rimanere nel capoluogo toscano ben cinque settimane. Ridley Scott già si lamenta perché Firenze, seppur affascinante, gli è apparsa soffocata dal traffico tanto da rendere difficile, pare, girare alcune scene. E Julianne Moore dal canto suo si è stufata di sentirsi ripetere se teme o non teme i paragoni con Jodie Foster e snobba la stampa italiana con la scusa che leri rimarrà soltanto qualche giorno in Italia, poi dovrà tornare negli States per prendere lezioni speciali di polizia da un agente dell’Fbi.

Invece Anthony Hopkins si fa fotografare davanti agli Uffizi, dove saranno girate le prime scene, insiene ai suoi fan. E naturalmente in palazzo vacchio insieme al sindaco di Firenze Leonardo Domenici, a Ridley Scvott e a Dino de Laurentiis. L’aria sorniona rende Hopkins disponibile e simpatico. E ci vuol poco, visto che ha avuto ben 15 milioni disterline per girare “Hannibal” e ridare il suo volto al tremendo Lecter. Invece Jodie Foster non ne ha voluto sapere: la scelat è caduta su Julianne Moore, attrice di talento e qualità. Non è dato sapere per quanto sia stata ingaggiata. Hopkins ha affermato che il suo Lescet sarà trasformati dall’Italia e da Firenze, nel senso che il thriller si farà più psicologico, si specchierà nella coscienza di ognuno di noi e darà visibilità ai più oscuri meandri della mente umana. Così Firenze si trova per la seconda volta a fare da sfondo all’inconscio, dopo che Dario Argento l’aveva usata come simbolo dell’inizio del male in “La sindrome di StendhalDifficile avvicinare la truope che sta girando in Piazza della Signoria: dai fans, dai curiosi e dai turisti la protegge un imponente e invalicabile cordone di sicurezza. Insieme a Hopkins e a Julianne Moore ci sono gli artisti italiani che prendono parte al film: Giancarlo Giannini, Francesca Neri, Ivano Marescotti. Ma i tentativi dei fan di dribblare la sicurezza sono tutti per i divi americani, regista di culto compreso. “. Il film “Hannibal sarà nelle sale cinematografiche americane il 14 febbraio 2001, giorno di San Valentino. Poi, arriverà in Italia, e Firenze si è ovviamente assicurata l’anteprima nazionale.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...