HEDWIG? SONO IO

di

Parla John Cameron Mitchell, regista e interprete del film, paragonato al Rocky Horror Picture Show, ora in Europa. Retroscena, coming out e progetti di un 38enne trasformato dal...

608 0

John Cameron Mitchell può vantare un curriculum impressionante sia di stampo teatrale che cinematografico. Ha diretto opere di Tennessee Williams e lavorato con Spike Lee, ma è con la versione cinematografica del suo musical HEDWIG – La Diva con Qualcosa in Più che John Cameron Mitchell passerà alla storia…

Mitchell, che sullo schermo interpreta (e dirige) la storia di un’aggressivo e sarcastico transessuale della Germania dell’Est è dal vivo completamente diverso… Un cordiale, modesto 38enne che dimostra 10 anni di meno che ha creato HEDWIG 7 anni fa sul palco dello Squeeze Box, noto locale Drag di New York. Il personaggio aveva una tale personalità che ha assunto vita propria ed è stato creato il musical omonimo che ha furoreggiato Off Broadway.

Come si è evoluto Hedwig dal palcoscenico al Grande Schermo?

E’ stato un processo molto lungo. Il film mi ha permesso di essere più delicato nei riguardi di Hedwig. Ho potuto curare le sfumature che a teatro venivano necessariamente perse. Ho mantenuto la stessa struttura e verso la fine somiglia ad un concerto con una canzone dietro l’altra. Comunque lo schermo rimane sempre pieno zeppo di informazioni, che siano sonore, visive o di altro tipo. Ad esempio quello che in teatro erano proiezioni, qui sono diventati disegni.

Parliamo di Michael Pitt che interpreta TOMMY, il teenager bellissimo che fa la rockstar e che ruba le canzoni di Hedwig

[Gli brillano gli occhi] E’ bravissimo, non ti pare??

Ha tutto ciò che che è perfetto per la sua età. Ha quel look alla DiCaprio, sembra un pò vulnerabile e un pò stronzetto, un pò boyband ma sicuramente molto mascolino. Non deve essere stato facile trovarlo.

E’ vero. Ma fare le audizione è stato divertente perchè dovevano tutti slinguare con me per vedere se erano adatti alla parte (ride). Ma scherzi a parte non ero attratto da lui. Il che è stato probabilmente meglio. Un regista spesso mette nei suoi film quelli che si scoperebbe e di solito questa è una sconfitta per lui perchè li trattano in maniera diversa… Guardate i registi francesi che casino hanno fatto con le scemotte star dei loro film da Jean Seberg in avanti. Diventano icone ma mai buone attrici.

a proposito dell’attrazione nei confronti degli uomini, ho letto che hai fatto il coming out a tuo fratello a San Francisco

E’ stato ad una festa alla coinfraternita di mio fratello. Mi sembra fosse quando stavo girando un film.

"Band of the Hand?"

Si proprio quello. Stavo lavorando in quel film quando ho fatto coming out ai miei genitori… Avevo fatto venire in volo il mio fidanzato di allora. Era un meccanico di Berkeley… pensavo che questa cosa fosse molto da "Movie Star".. beh mi ha messo le corna proprio durante quel viaggio…Mio fratello si è agitato da morire perchè era il suo meccanico… non riusciva a farsene una ragione…(ride)

In molti hanno paragonato Hedwig a Rocky Horror Picture Show. Immagini che Hedwig possa essere programmato a mezzanotte del sabato tra 25 anni?

Certo. Voglio dire penso di sì. Mi sento che andrà bene. però HEDWIG è diverso..Non è un semplice esercizio di stile.. Ha assorbito la lezione di Rocky Horror e di David Bowie. Ne è venuto fuori una cosa entusiasmante che per fortuna ha già fatto molti proseliti.

Leggi   Torino, rischio chiusura per lo storico festival LGBT Lovers?

Ti sei mai stufato di Hedwig nei 7 anni passati con lui?

Oh, certo! Costantemente. Per questo ho trovato nuovo entusiasmo nel dirigerla oltre che interpretarla… Ora conosco l’uso delle luci almeno quanto Marlene Dietrich. Comunque per un pò voglio solo dirigere, sono un pò stanco di recitare.

Dopo il grande successo di Hedwig, ti hanno mandato delle sceneggiature?

Certo ma preferisco lavorare sulle mie cose. Comunque mi mandano delle cose pazzesche…ho appena ricevuto un’offerta per un film su James Brown.. voglio dire la sua musica mi piace ma….

La prima volta che hai diretto un film hai vinto il Premio Miglior Regia al Sundance. Come hai imparato a fare il regista?

Beh essere un attore aiuta parecchio. I miei idoli sono Altman, Bob Fosse e Cassavetes e da film come Harold e Maude ho cercato di trarre insegnamento.

Sai quello che vorresti fare dopo HEDWIG?

Stolavorando su un film che è un incrocio tra Willy Wonka e Fanny e Alexander. E’ una storia musicale un pò "dark" e molto sexy. Non so ancora cosa uscirà fuori ma vi garantisco che ci sarà parecchio sesso… esplicito e certamente non alienato "alla Francese"…

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...