Il doc “Wilde Salomè” di Al Pacino conquista il Queer Lion

di

Miglior film lgbt della 68esima Mostra di Venezia il doc di Pacino su Oscar Wilde: "straordinario, appassionato atto d'amore nei confronti di un genio, con un linguaggio inedito,...

1056 0

Il documentario con inserti di fiction "Wilde Salomè" di Al Pacino, dedicato a Oscar Wilde e presentato fuori concorso, si è aggiudicato il Queer Lion 2011, il premio come miglior film glbt della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

Una giuria interna composta da alcuni membri dell’associazione Cinemarte, organizzatrice del riconoscimento, l’ha scelto "per aver realizzato con un linguaggio inedito, denso e complesso, uno straordinario, appassionato atto d’amore nei confronti di un genio, mettendo la propria eccezionale carismatica figura di attore e regista a totale, completa e devota disposizione della produzione letteraria di Oscar Wilde; per aver ripercorso con obiettività e completezza la vita, gli amori, il successo ed il disonore vissuti dallo scrittore irlandese, e per aver affrontato con autoironica professionalità tutti i passaggi della creazione artistica di un’opera innovativa e difficilmente catalogabile".

È la prima volta che un documentario vince il Queer Lion.

La cerimonia di premiazione, in cui sono stati assegnati anche altri premi collaterali quali il Brian dell’Unione Atei e Agnostici Razionalisti andato a ‘Le idi di marzo’ diretto e interpretato da George Clooney, si è svolta nel tardo pomeriggio al Lido di Venezia presso il Culture Business Place a Villa Foscari 3.

Leggi   Agriturismo veneto celebra l'addio ad un cliente omofobo che aveva insultato Cristiano Malgioglio
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...