L’AMORE FRATERNO

di

Al cinema il film di Pasquale Marrazzo "A sud del sole". Una storia d'amore e diversità fra due gemelli, ispirata ad un incontro reale. Aspettando il prossimo lavoro,...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
654 0
654 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Non si può negare che la cinematografia vicina alla cultura gay stia conoscendo anche in Italia un momento particolarmente felice. Le sale che ospitano film con personaggi gay si affollano, e anche gli etero più incalliti non fanno una piega, il festival del cinema gay di Torino richiama migliaia di spettatori a ogni proiezione. E volutamente evitiamo di nominare il fin troppo citato capolavoro di Ferzan Ozpetek…

Uno degli ultimi nomi che si fanno largo in questo campo è quello di Pasquale Marrazzo, di cui è uscito da poco a Milano e a Roma "A Sud del Sole" (clicca qui per la scheda del film), pellicola che il critico del Manifesto Roberto Silvestri ha incluso – unica produzione italiana oltre a "La stanza del figlio" di Moretti – tra i venti film più belli del 2001. Il film, che è stato presentato in importanti Festival internazionali (San Sebastian, Toronto, Madrid…) prima di essere distribuito nelle sale italiane, è un’ampia riflessione sulla diversità: narra la storia di due fratelli gemelli "diversi", Gianni alla ricerca della propria identità sessuale, e Moreno, ragazzo down chiuso in un istituto per handicappati. Marrazzo definisce il film "una storia d’amore, la storia dell’amore tra due fratelli". Sarà questo amore che spingerà Gianni a fare di tutto per riuscire a riportare a casa Moreno, anche a mettersi contro il padre, un operaio cinquantenne, che dopo la morte della moglie non ha i mezzi né la voglia di badare ai figli, o a coinvolgere la sua ragazza Betty, che non si sconvolge quando lui non nega di essere gay. Sarà persino disposto a compiere una rapina.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...