LA VOGLIA DI SOGNARE

di

Un lettore non più giovanissimo l'ha persa: "Gli amori gay? Meglio un cd della Vanoni". E la jena: "No alla rassegnazione. O vogliamo finire tutti come vecchie zie?"

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Carisssssimo Fabio, esse a parte ti leggo sempre.

Sono le otto meno dieci del mattino e ho appena finito di leggere "innamorarsi? e di chi?" e devo dire che hai pienamente ragione. Ornella Vanoni -della quale ho tutti gli LP dalle mantellate in poi- (chissà quanti anni ho?) cantava anche una canzone di scarso successo commerciale ma molto dolce "La voglia di sognare". Su questa canzone mi sono innamorato come dici tu nel bene e nel male ma in amore tutto fa. Vuoi la grande Ornella, vuoi la passione, vuoi lo sbattimento ormonale, vuoi una qual certa dose di avvenenza di cui ho potuto disporre, vuoi l’esuberanza giovanile, questo tanto strombazzato (nel senso di sbandierato) fidanzato c’è stato ed è stato bellissimo averlo.

Ed ora? Il grande amore è iniziato ed è anche finito e mi tocca di riconoscere che hai ragione perchè mi sono organizzato l’esistenza da vecchia zia e faccio parte della maggioranza silenziosa (maggioranza dei gay) che si difende quando è il caso di difendersi e che attacca quando è il caso di attaccare, ho un lavoro perfettamente anonimo e mantengo me stesso la macchina il camper la bici e faccio qualche viaggio, mi guardo bene dal frequentare i vari punti di aggregazione (che bella parola) in quanto non essendo proprio una bistecca appena tagliata non mi và di passare per il solito bavoso che sbrodola dietro ai primi peli; faccio pipi da solo e la relazione più vicina che ho avuto con Brad Pitt (ma quant’è bello!) è stata metterlo come sfondo sul PC delle mie colleghe.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...