LE FATE IGNORANTI: IN CHAT CON STEFANO ACCORSI

di

Ecco la trascrizione (purtroppo parziale) della chat con Stefano Accorsi che si è tenuta su Gay.it la sera di domenica 25 marzo.

2471 0

Angelo: Sicuramente vincerai il David di Donatello, ti sei preparato il discorso, devi ringraziare qualcuno?
Stefano Accorsi: Non è sicuro che lo vincerò… gli altri attori in lizza e soprattutto Lo Cascio sono molto bravi; semmai dovessi vincerlo non mi sono preparato nessun discorso, ringrazierei Muccino se lo vincessi con lui, e ringrazierei la mia gente che lavora dietro le quinte. Non lo dico per falsa modestia, sarà molto difficile che lo vinca io. Mi spiace che il film di Ferzan avbbia avuto poche candidature.
ORCO: Come ti sei trovato a lavorare con Margherita Buy?
Stefano Accorsi: bene, quando poi abbiamo rotto il ghiaccio mi sono divertito molto. All’inizio Margherita da poca confidenza, ma poi visto che lei è timida abbiamo scoperta che la via del gioco e del divertimento era quella più facile. Mi sono divertito molto con lei, e poi è una atttrice che stimo molto.
Valeryo: stefano io ti seguo dai tempi di naja , su te ho scommesso subito votandoti anche per il david di donatello agis scuola con il film sui partiani, ma con le fate ignoranti ti sei superato continua così
Stefano Accorsi: grazie
CapitanUncino: nel tuo lavoro quanto conta la sensibilità?
Stefano Accorsi: secondo me conta, conta anche la faccia, conta l’intelligenza la fortuna e il talento….
alehandro: dalle fate ignoranti esce un concetto di famiglia molto diverso da quella tradizionale, fatto di solideriatà e sentimenti forti. credi che possa essere reale?
Stefano Accorsi: io penso di sì, poi la famiglia del film di Ferzan è autobiografica, una famiglia allargata è importante, credo molto nei rapporti di amicizia e di affetto. Un amico ti può aiutare a volte più della tua famiglia di sangue, anche se per i miei gusti la famiglia di Ferzan sarebbe troppo presente… oggi l’idea di famiglia tradizionale sta per davvero sfaldandosi e penso che sia una alternativa interessante ed efficace
nino: ci tieni a realizzare una famiglia tradizionale ?
Stefano Accorsi: se vuol dire fare dei figli con la donna che amo, sì. Se vuol dire chiudersi al resto del mondo no
Fabio: Cosa ne pensi del riconoscimento delle coppie di fatto?
Stefano Accorsi: sono d’accordissimo: due persone che stanno insieme sono una famiglia
CapitanUncino: non pensi che sia una famiglia ma un ghetto?

Stefano Accorsi: no, ci rifletto ma no. Sicuramente sono persone che stando vicine si danno forza, ma non penso che sia un ghetto. Dall’incontro con la Buy avvengono dei cambiamenti importanti per lei e per gli altri
rocco: Stefano non trovi che Le fate ignoranti sia un film coraggioso ? Le critiche negative e le poche candidature ai David non nascondono un velato pregiudizio?
Stefano Accorsi: alcune critiche negative sicuramente nascondono un pregiudizio. Per i David, questo no, il film purtroppo ha pagato il fatto di essere uscito tardi in questa stagione; è proprio stata una questione di quantità, non tutti i giurati l’hanno visto, meritava sicuramente più candidature.
Angelo: hai delle affinità con Michele? vivresti una storia con una donna sposata?
Stefano Accorsi: a me non è mai capitato… ci sono periodi nei quali uno cerca l’avventura, ma quando si parla di storia no… Una cosa importante deve essere ufficiale e totale
Unsent: non pensi che la vita di Michele sia anche un pò squallida?
Stefano Accorsi: secondo me Michele è una persona che quello che Margherita Buy gli dice che non sa amare… è vero in qualche modo. Amore, amare non sa cos’è, e lui si rende conto di questa mancanza ma da qui a dire che è squallida no
Mark&Roby: difficile girare la scena di sesso a tre?
Stefano Accorsi: sì, abbastanza… non avevo mai baciato un uomo e la cosa mi preoccupava… Poi dovevo recitare nudo e non avevo mai recitato nudo… Sono arrivato abbastanza teso… è stato un pò un salto
Ferrara_: come ti vedi fra 20 anni?
Stefano Accorsi: non lo so, boh? Sicuramente più affascinante di Bruce Willis e più infisicato di lui… E con una voce più greve e più bassa. Fra vent’anni vivrò in campagna…
Marco: Secono te un film come Le fate ignoranti o il bellissimo L’ultimo bacio hanno qualche possibilita di arrivare all’Oscar (Che io credo Meritino)?
Stefano Accorsi: io me lo auguro ma oggettivamente penso che un film come le fate abbia più probabilità di un film come l’ultimo bacio: nel mercato USA le fate sono una cosa più nuova, le atmosfere sono più italiane. Il film di Gabriele è già più simile nella confezione e nei ritmi a un certo tipo di cinema che esiste in America
Unsent: ti ritieni bello?
Stefano Accorsi: in certi momenti mi piaccio ma mediamente non mi ritengo bello, posso ritenermi interessante e mi piaccio, ma questo non vuol dire mi che ritengo bello; e in certi momenti… mi faccio schifo
rocco:

Il mondo delle fate è completamente opposto a quello dell’ultimo Bacio..o sono io che ho capito male?
Stefano Accorsi: in parte sì, in parte no… Il mondo dell’ultimo bacio è quello istituzionale e della famiglia tradizionale, quello delle fate è l’alternativaquell’ansia che viene espressa nell’ultimo bacio c’è anche in Massimo o in Michele
Kandido: secondo te l’omosessualità sta diventando una moda? Fa "tendenza"?
Stefano Accorsi: no, secondo me soltanto è più dichiarata ed è vissuta in modo più ufficiale, ma penso sia difficile che diventi una moda. La sessualità adesso comincia a perdere un pò i confini, anche nei gusti dei ragazzi, nel modo di vestire: c’è più cura nel corpo maschile, la ricerca dei dettagli, ma non perchè l’omosessualità stia diventanto una moda
Max-Bologna: ….so che hai fatto la Galante Garrone a Bologna….io ti ho conosciuto al teatro comunale di Modena nel 92 o 93, quando con la scuola sei andato a vedere l’incontro con Lecoq….ricordi?…..io comunque ti ero seduto vicino e quando mi sono seduto hai fatto finta di esserti schicciato la mano col mio sedile della poltrona…..che tipo!!!……comunque, la domanda è: preferisci fare cimena o teatro?
Stefano Accorsi: cinema o teatro? tutti e due. Ho molta voglia di fare teatro, possibilmente con un regista giovane, dove si possa lavorare con libertà
sportivo25napoli: c’e’ qualche film che recentemente hai visto e ti e’ piaciuto in modo particolare?
Stefano Accorsi: a me è piaciuto Il Predestinato, con Bruce Willis, amavo i fumetti della MArvel quando ero piccolo…
nino: se scoprissi di avere un figlio gay che faresti ?
Stefano Accorsi: niente, intanto non gli direi che è malato, cercherei di fargli sentire che è giusto che lui segua la sua strada. Quello è ciò che vorrei trasferire ai miei figli, sia per la vita che per il lavoro
Angelo: non appari spesso in tv per promuovere un film, sei schivo o ora te la tiri?
Stefano Accorsi: me la tiro… No, sono apparso molto, abbiamo fatto promozioni più grosse. Ci sono trasmissioni che non servono a promuovere un film; non capisco perchè devo andare a farmi sezionare da chi non gliene frega niente del mio film
FMI: Che cosa ti chiedeva di piu’ Nanni Moretti nel suo film?
Stefano Accorsi: mi diceva "vai di pancia"… come a dire, abbandonati alla visceralità, e stranamente è quello che ci diceva Gabriele Muccino, voleva che sentissi dentro il dolore
dadxmen: proprio non vuoi parlare del tuo ruolo nella "stanza del figlio"? Mi è sembrata un bel cammeo!
Stefano Accorsi: io sono contentissimo di averlo fatto, perchè Moretti è sempre stato un punto di riferimento per me, il fatto che mi chiamasse mi ha fatto molto piacere. E poi il ruolo è forte e la scena finale penso che colpisca
francesco: quanto ti porti dentro il tuo essere "padano"?

Stefano Accorsi: io non mi sono mai sentito padano, semmai emiliano! Le mie radici le sento molto, padano mi fa solo venire in mente la nebbia
beby: dopo due successi anche una fiction tv…essendo questo genere in Italia, una sorta di cimitero degli elefanti, come questa scelta (visto che hai ancora molto da darci) ?
Stefano Accorsi: perchè appunto vale il progetto, non penso che la fiction sia bella, ma il progetto che sto facendo mi piace molto, il regista è bravo, la produzione è internazionale; penso che ci siano almeno due premi oscar nello staff artistico… E poi il personaggio di Casanova mi affascinava molto, e poi è importante fare delle belle cose per la tv
Angelo: con quale partner femminile ti sei trovato meglio? (Giovanna esclusa …)
Stefano Accorsi: Margherita Buy perchè le persone intelligenti e divertenti mi piacciono molto
kevin: quanti anni hai stefano?
Stefano Accorsi: 30
nino: l’ultima vacanza fatta ?
Stefano Accorsi: due estati fa in Sardegna
gguy_NA: pensi ci sia qualcosa di sbagliato nel modo di porsi di alcuni gay rispetto al resto della società?
Stefano Accorsi: sì, penso di sì. In alcuni gay noto per esempio noto il chiudersi molto in una comunità e di darsi una mano reciprocamente: è come se essere omosessuali ti dà accesso ad una casta, e questo non mi piace in nessuna forma e in nessun modo
gaetano: che cosa ti vedresti a fare se non potessi fare più l’attore?
Stefano Accorsi: prverei a fare il falegname… mi incuriosisce molto. Ritornando a prima… un’altra cosa dei gay che non mi piace è quando danno per scontato che un eterosessuale è un omosessuale è uno che non ha mai avuto il coraggio di ammetterlo a se stesso…
dude: sei single o fidanzato in questo momento?
Stefano Accorsi: sono fidanzato, con Giovanna Mezzogiorno
fabio da salerno: qual è la città che ami di più
Stefano Accorsi: in Italia è Roma, anche se preferisco la campagna, in Europa Parigi, e New York
Angelo: sei estroverso come sembra?
Stefano Accorsi: dipende: a tratti sì, a tratti assolutamente solitario e silenzioso
Max-Bologna: forse te l’hanno già chiesto:……potresti innamorarti platonicamente di un uomo?
Stefano Accorsi: detta così non lo so, non si può mai sapere. Finora non mi è mai capitato ma chissà
Stefano Accorsi: Ora vi saluto. Ringrazio tutti, e se qualcuno non ha visto il film… lo vada a vedere. Un saluto a tutti e grazie di cuore

Leggi   Torino, rischio chiusura per lo storico festival LGBT Lovers?
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...