Nozze gay al cinema: ecco Matrimonio Italiano, nuovo film di Genovesi

di

Nel cast del suo nuovo lavoro, in uscita a febbraio 2018, Monica Guerritore, Diego Abatantuono e il Genny di Gomorra.

6598 3

Genovesi torna dietro alla macchina da presa per un film in uscita nel 2018, destinato a sbancare il botteghino: Matrimonio Italiano.

Matrimonio Italiano ruota attorno alla coppia Monica Guerritore e Diego Abatantuono, il cui figlio (Cristiano Caccamo) annuncia l’unione con il fidanzato (Salvatore Esposito, il feroce Genny di Gomorra). Sarà la madre la prima ad accogliere la notizia: prima in maniera disordinata, poi con tenerezza e leggerezza, anche in maniera spiritosa. “Penso che non sia mai un fulmine a ciel sereno, semplicemente c’è chi fa più fatica a vedere e accettare le scelte di un figlio” racconta la Guerritore.

Che, come una madre qualunque, pone alcune condizioni: vuole un matrimonio da favola. Necessaria la presenza della futura suocera e di tutti gli abitanti del paese: a officiare il rito sarà il marito, sindaco del paese e alfiere di una politica aperta e accogliente.

Sarà altrettanto accogliente con il figlio?Fa parte di quella schiera – a cui non appartengo – per cui è facile parlare prima che le cose accadano veramente. È vittima di un retaggio di ottusità che è dentro molti di noiracconta Abatantuono. “Matrimonio italiano è una commedia bella e originale anche per questo aspetto, per la contraddizione di un padre che a parole è in un modo, ma quando la faccenda riguarda lui cambia registro”.

Il regista milanese ha scelto – come spesso gli capita – la via della commedia: “Qualsiasi racconto fatto in maniera leggera e divertente lascia aperte più possibilità rispetto al dramma. Ma ci tengo a dire che non è una parodia né una farsa, è una favola gay e racconta un’esperienza che può capitare a qualunque famiglia”. Attenzione e cura, quindi, per la parte affettiva e per i dialoghi: “I baci non c’erano, ma se vuoi raccontare in maniera naturale una storia d’amore non puoi nasconderli. Abbiamo lavorato anche sui dialoghi per renderli credibili: è l’unico modo per far passare un messaggio autentico”.

Prodotto da Colorado Film in collaborazione con Medusa, il film (di cui si stanno girando le scene in queste settimane) sarà nelle sale a partire da febbraio 2018 e promette sfaceli al botteghino.

Leggi   "Pregate perché il principino George sia gay": il post che scuote il Regno Unito
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...