PARIGI: BOOM DEL CINEMA GAY

di

Parte nella capitale francese, il 9° Festival dei Film Gay e Lesbici, uno dei più seguiti d'Europa. Parlerà di giovani, di esplorazione dei corpi, di Maillot e di...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


PARIGI – E’ giunto alla sua nona edizione e si riconferma uno degli appuntamenti più interessanti per gli appassionati di cinematografia a tematica. Stiamo parlando del Festival dei Film Gay e Lesbici di Parigi, che si svolgerà di nuovo nel cuore di Parigi, al Forum des Images, dal 22 al 30 novembre. Un’edizione, quindi, di ben nove giorni che tenterà di bissare il grande successo ottenuto nel 2002, quando il Festival parigino aveva registrato una affluenza record da parte del pubblico, con 10.000 ingressi e una percentuale medio di affollamento delle sale dell’85%.

Il Festival, che propone esempi di creazione cinematografica nel senso più ampio, comprende nell’edizione di quest’anno circa 70 film, tra lunghi e cortometraggi, inediti e documentari. Una programmazione internazionale di qualità con anteprime, film inediti, presentati e premiati in importanti festival internazionali, cortometraggi, documentari, incontri con i registi. La programmazione vede anche la suddivisione in diverse aree tematiche: si parte dalla zona dedicata ai più giovani, intitolata Club Kidz, con ragazzacci, tecno e musica elettronica sul grande schermo! In questa sezione, tra gl ialtri titoli, saranno presentati anche film come “Party Monster” di Fanton Bailey, con Macauley Culkin, Dylan Mc Dermott et Chloë Sevigny, e “Saved by the Belles ” di Ziad Touma.

Si indaga sulla trasformazione dei corpi nella sezione intitolata Art Corps, con alcuni film sperimentali e, soprattuto, per la prima volta a Parigi, i film e una mostra di foto di Del LaGrace Volcano (in sua presenza) il cui lavoro esplora l’identità sessuale.

La programmazione del Festival prevede anche una retrospettiva su Jacques Maillot (in sua presenza), in occasione della proiezione del suo ultimo film “Froid comme l’été”: a Parigi sarà possibile vedere titoli come “Nos vies heureuses”, “Corps inflammables”, “75 cl de prière” e i suoi primi cortometraggi.

Infine non poteva mancare un omaggio a Philip Brooks, regista e produttore impegnato, scomparso lo scorso gennaio, di cui saranno presentati alcuni film fatti a sua immagine, sinceri, ironici e spiazzanti. Philip Brooks nel 1994 partecipò alla creazione del Festival di cui è stato presidente dal 1997 al 2000.

Per informazioni, www.ffglp.net
Forum des images: Nouveau Forum des Halles, Porte Saint Eustache, Paris 1er (01 44 76 62 00)

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...