PRINCESA: TRANS A MILANO

di

Intervista a regista e attrici del film oggi nelle sale

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
1138 0
1138 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Dai un’occhiata al video di Princesa!

Esce in questi giorni nelle sale italiane ‘Princesa’ di Henrique Goldman, tratto dall’omonimo libro autobiografico della trans brasiliana Fernanda Farias de Albuquerque (scritto con la collaborazione di Maurizio Jannelli), malata di Aids, detenuta nel carcere di Rebibbia, morta poi suicida.

Gay.it ha incontrato il regista Henrique Goldman e le attrici protagoniste, Ingrid De Souza che interpreta il ruolo di Princesa, e Lulu Pecorari, nel film la transessuale Karin.

Perché hai girato a Milano e in quali zone?

Henrique GoldmanMilano è la capitale mondiale del mercato della prostituzione dei trans. Questa storia potrebbe svolgersi anche in Brasile ma ambientandola in Italia ho voluto raccontare anche lo scontro tra due mondi, tra due culture. Non condanno comunque questo mondo, la prostituzione è un lavoro come un altro in cui alcuni clienti sono cari amici e altri no: come Ronaldinho gioca a pallone, così i trans si prostituiscono. Abbiamo girato per quattro settimane tra gennaio e febbraio, tra le location c’è Piazza Santorre di Santarosa. Sono passati sei anni da quando avevo letto il libro per la prima volta.

Qual è stato il criterio di scelta degli attori?

H. G.: Cercavo una trans che potesse rappresentare la mia razza, una persona introversa, acqua e sapone, opposta all’immagine classica della transona con due seni enormi che sembrano quasi attributi maschili. Per caso ho conosciuto Ingrid, che è una persona molto religiosa, nel Duomo di Milano. In effetti questo è anche un film sulla religiosità.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...