QUANDO I GAY EMARGINANO

di

Lettera di un ragazzo disabile: "Ma i gay conoscono l'amicizia?". E la jena risponde: "Amico mio, apriti anche tu".

782 0

Sono un ragazzo disabile di 26 anni, ho da poco scoperto la mia omosessualità, non mi va di parlarne con amici o genitori perché credo che le cose non sarebbero più come prima. Sono laureato e lavoro come libero professionista. Faccio una vita abbastanza normale nonostante la mia invalidità.

Non ho mai avuto un rapporto sessuale, purtroppo, ma credo comunque di essere gay. Già da oltre 6 anni sentivo questa inclinazione, a volte unita al piacere di vedere una ragazza. Ho sempre cercato di soffocare questi sentimenti, ingannandomi. Ora che ho conosciuto meglio me stesso, il mio maggiore dolore è non poter trovare qualcuno, un amico gay, che possa passare qualche ora in mia compagnia, io abito con i miei e non è facile per me conoscere persone, se non tramite Internet. Ma anche qui le delusioni non mancano. Tutti i ragazzi che ho conosciuto mi hanno presto abbandonato o rifiutato, perché erano interessati soltanto al sesso e alla mia apparenza fisica, a me non interessava un rapporto, ma solo un’amicizia. I gay non sembrano conoscere amicizia!? I gay non amano essere emarginati, ma lo fanno con altri diversi da loro, come i disabili.

Spero mi facciate cambiare idea a questo proposito e che possiate aiutarmi al più presto. Non so se resisterò ancora a questo isolamento psicologico.

A.G.

Carissimo A.G. cercherò di rispondere molto seriamente alla tua lettera, non tanto per "farti cambiare idea" come auspichi, ma per farti capire che in realtà il problema è generato anche da te. Eh si, bello mio, se ti aspetti una lettera di commiserazione hai sbagliato rubrica, permettimi la franchezza.

Mi dici che i gay che hai conosciuto ti abbandonano o rifiutano perchè cercano solo sesso, mentre tu amicizia. Certo se tu continui a cercarli solo su internet è probabile che questo sia vero, o perlomeno che sia più difficile trovare amici. Ma tu saprai bene che persone gay si trovano ovunque!! non solo nelle chat. Magari a causa del tuo handicap hai problemi a frequentare locali (che in Italia non sono ancora attrezzati per essere frequentati da persone portatori d’handicap!!) o magari sei tu che non vuoi andare in giro per locali. Allora queste persone facciamole venire a casa tua penserei io…

Fino a qui sarebbe tutto normale se non ci fosse un altro impedimento da parte tua. Una cosa che tu fai scivolare così, nella lettera, come se fosse una cosa da niente. Mi riferisco al fatto che tu non hai detto a nessuno (ne alla famiglia ne agli amici) che sei gay. Dici nella lettera: " non l’ho hai detto a nessuno perchè le cose non sarebbe più come prima". E meno male dico io!! magari le cose cambiassero!!! Ti dovresti sforzare di essere un pò più sincero ( e coraggioso, non lo metto in dubbio…) con chi ti sta intorno e raccontarli chi sei veramente, senza choc, senza drammi. Forse, dico forse, avresti anche la possibilità di invitare a casa tua chi ti pare senza avere il terrore che qualcuno scopra "i gusti sessuali" dei tuoi invitati! Non conosco i rapporti che hai con la tua famiglia, chiaramente, ma sono convinto che farebbero di tutto per poterti aiutare ad avere una vita più semplice e senza dubbio più felice, ed il fatto che tu sia gay non credo proprio sarebbe d’ostacolo!! L’isolamente psicologico di cui parli, A.G., guarda che in gran parte te lo crei da solo!

Credimi, è difficile per tutti conoscere persone da poter poi considerare amici. Non è una questione di gay o etero. L’amicizia è una cosa seria (più dell’amore a parer mio!) ma bisogna meritarsela! Bisogna essere sinceri con gli altri, e prima di tutto sinceri con noi stessi per essere accettati per quello che siamo, nel bene e nel male, con handicap o senza! Forse, caro amico, è il caso di riflettere un pò su alcuni aspetti del tuo carattere che andrebbero cambiati, piuttosto che maledire il fato pensa a quante occasioni hai già perduto per conoscere persone carine, simpatiche intelligenti e sensibili pronte a dividere con te un’amicizia!! Certo troverai ancora dei cretini che se uno non è Brad Pitt nemmeno lo vogliono conoscere, ma chi se ne frega! per uno stronzo così al mondo ci sono altre dieci persone splendide!! E allora, vuoi continuare così? non credo proprio no? allora avanti ,affronta le cose di petto!! non ti piangere addosso, ritagliati quella fetta di vita che ti spetta , cazzo!! Scusa la brutalità ma volevo essere diretto con te, senza indorarti la pillola. Non sopporto l’ipocrisia.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...