SAMURAI, AMORI & ALIENI

di

L'ultimo Kitano, un paio di commedie sentimentali, Alien e tre italiani. Varie le scelte al cinema da venerdì 14. Ecco un menù ragionato per districarsi tra le molte...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


^SPER I CINEFILI E CHI AMA L’ORIENTE^s
A colpo sicuro: Zatoichi di Takeshi Kitano. Premio speciale per la regia a Venezia, l’ultima fatica del maestro giapponese ormai oggetto di culto anche in Europa narra le vicende di un vagabondo cieco che fa il massaggiatore e vive di scommesse. La sua vera abilità sta però nel maneggiare la katana, la spada dei samurai, che per lui non ha segreti nonostante il grave handicap. In un villaggio sperduto conosce due bellissime geishe che vogliono vendicarsi di una banda di criminali che ha assassinato i loro genitori.

Zatoichi è un personaggio famosissimo in Giappone e più di 25 film nonché una lunga serie televisiva hanno già raccontato le sue avventure (era interpretato da Katsu Shintaro, anche produttore). Critica in visibilio, messa in scena d.o.c. e un finale sorprendente a ritmo di musical.
^SPER I SENTIMENTALI^s
A scelta: Amore estremo di Martin Brest con la coppia Jennifer Lopez e Ben Affleck (in America è stato un flop colossale) o Love Actually di Richard Curtis con Hugh Grant. Nel primo un delinquente di mezza tacca rapisce il fratello di un procuratore federale e viene controllato dall’amica del gangster che gli ha commissionato il crimine e di cui, ovviamente, si innamora.

Il secondo, una specie di Quattro matrimoni e un funerale aggiornato al 2003 con un po’ più di pepe sul versante sexy, è un collage di dieci storie d’amore ambientate nella Londra dei nostri giorni. Tra i protagonisti un nuovo Primo Ministro scapolo (Hugh Grant), uno scrittore che fugge nel sud della Francia per dimenticare la donna che l’ha tradito (Colin Firth), una donna sposata, un ragazzino, un vedovo, una matura rock star. Nel cast ricchissimo anche Alan Rickman, Emma Thompson, Rowan Atkinson, Laura Linney, Billy Bob Thornton, Liam Neeson.
^SPER CHI AMA LA FANTASCIENZA^s

Una chicca: Alien – The Director’s Cut di Ridley Scott. Un capolavoro di fantascienza che riesce dopo 25 anni in edizione rimasterizzata con tecnologia digitale, alcune scene inedite e una nuova colonna sonora su sei piste in digital stereo. A combattere l’Alieno sull’astronave Nostromo sempre il coraggioso ufficiale in seconda Ripley (Sigourney Weaver). Neo-classico.
^SPER I PATRIOTTICI^s
Tre film che battono bandiera tricolore incentrati su tre episodi della storia italiana: Il fuggiasco di Andrea Manni ricostruisce l’incredibile storia vera di uno studente padovano, Massimo Carlotto (interpretato da un redivivo Daniele Liotti) vittima di un clamoroso errore giudiziario. Nel 1976, all’età di vent’anni, viene arrestato con l’accusa di omicidio che lui giura di non aver mai commesso. Dopo aver scontato diversi anni in prigione, riesce a fuggire e a nascondersi prima in Francia e dopo in Messico. Illuso di poter iniziare una nuova vita, per pochi soldi viene tradito e venduto alla polizia che lo consegna all’Italia. Intorno a lui si mobilita un gruppo d’opinione che riuscirà a fargli ottenere la grazia dal Presidente della Repubblica nel 1993. Carlotto è oggi uno dei più noti scrittori italiani di noir.
Un gruppo di italoamericani processati nel 1851 a New York perché accusati di essere gangster e rispediti in Italia sono i protagonisti de Gli indesiderabili di Pasquale Scimeca. Centoventi di essi vengono caricati su una nave diretta a Genova e due settimane dopo, all’arrivo in Italia, vengono accolti da curiosi, fotografi e giornalisti, fra cui Giancarlo Fusco, giornalista de Il Secolo XIX, incaricato di scrivere un breve articolo. Intervistando quegli strani personaggi, Fusco riconosce un suo vecchio compagno di liceo, l’anarchico Ezio Taddei e, incuriosito, decide di andare a fondo e svolgere un’inchiesta. Il film è tratto da un libro dello stesso Fusco. Nel cast Vincent Gallo e Antonio Catania.

In Ora o mai più di Lucio Pellegrini con Edoardo Gabbriellini e Violante Placido, un gruppo di universitari coinvolto in assemblee, occupazioni e sgomberi da parte della polizia, si ritrova nella famigerata caserma di Bolzaneto durante il G8.
P.S.: venerdì esce anche La ragazza delle balene di Niki Caro di cui parleremo più diffusamente in un prossimo articolo.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...