SOLO E SQUATTRINATO

di

Diciannove anni. Cerca l'anima gemella sui Personals, ma è sprovvisto di carta di credito. Ricorre alla Jena: "Muovi le tue potenti mani". Ma contro il capitalismo, anche l'amore...

718 0

Cara iena,

chi ti scrive è un angosciato diciannovenne che ripone in te e nella tua infinita bontà le sue ultime e flebili speranze di avere una vita amorosa. Ti illustro il dramma: nella sezione Personals del sito ho fatto una ricerca dei profili nella zona della mia città e dintorni. Con somma ed inaspettata gioia ho trovato un ragazzo di 19 anni (20, visto che l’ultimo aggiornamento è stato il 19 novembre dell’anno scorso) che abita nella mia stessa città. Gioia, gaudio e tripudio.

Ok, l’unico problema è che non posso rispondere al profilo se non sono iscritto, e in più l’iscrizione costa, e non posso pagare (pena essere bruciato vivo dai miei), anche perché non dispongo di una carta di credito et similia. Ora, le tue potenti mani si potrebbero muovere a mio favore mettendomi in contatto con il ragazzo di cui sopra? Oppure l’unico ostacolo fra me e lui sarà lo sporco capitalismo? Va be’, se esiste un modo, almeno per solidarietà (o per compassione), dimmi qual è, o sarò costretto a vivere ancora in questa fantomatica eterolandia. Un abbraccio…

Carlo

Caro diciannovenne angosciato,

nonostante la mia infinità bontà, devo far svanire le tue ultime e flebili speranze di avere una vita amorosa attraverso i Personals di gay.it… perlomeno gratuitamente. Nonostante mi fossi mosso a compassione e avessi mosso le mie potenti mani, la battaglia contro lo sporco capitalismo… l’ho persa, ahimè. Mi fu risposto di farti notare che ci sono altri modi per trovare "l’amore". Io risposi che l’affermazione era a dir poco volgare, ma essi (i capitalisti, freddi e cinici) mi dissero che se volevi avere notizie di quel ragazzo dovevi farti una carta di credito e bla bla bla… Tentai ancora facendo notare che "rischiavi" di vivere una fantomatica eterosessualità anche a causa mia, cosa inammissibile per me e la mia fama!! ma loro (sempre gli aridi calcolatori capitalisti) ancora una volta dissero no.

Allora, triste e sconfitto, pensai comunque di risponderti. Dopotutto ero il tuo eroe, il tuo mito, la tua luce all’orizzonte, il tuo faro nella notte, la tua ultima speranza, la tua ultima spiaggia (visto il periodo post estivo). Ma le parole mi mancavano, rimanevo davanti al computer, in silenzio, quasi in trans (nel senso parapsicologico del termine….) Non trovavo niente di consolatorio da dirti, Niente che potesse riaccendere in te la flebile fiamma della speranza. Poi una sera, sentii in lontananza le care note di Festival di Paola e Chiara e l’illuminazione arrivò: perché non ti colleghi con la chat della tua città e chiedi a qualcuno dei presenti se conosce il ragazzo di cui sei innamorato e se può fargli arrivare tue notizie!? Sono sicuro che qualcuno che se lo è fatto (scusa!!! volevo dire che lo conosce..) si muoverà a compassione!

Talmente felice ed orgoglioso della geniale trovata, stavo per dimenticare di dirti che la tua meraviglia nel trovare "un gay" nella tua città era a dir poco folle! Capisco che sei giovane, inesperto… ma credere di avere "l’esclusiva frocesca" sulla tua città mi sembra esagerato, no!? Sai quanti sarete? uhhh migliaia!!! Ti auguro di trovare questo cavaliere al più presto e, soprattutto, di trovare al più presto… i soldi per una carta di credito (utilissima in questo sporco mondo!!) ma sappi (mi fu detto) che puoi pagare anche con un simpatico vaglia postale, con un’elegante bonifico bancario o con uno chichissimo (leggi scicchissimo) assegno.

Bacioni! :))

Fabio

di Fabio Canino

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...